Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | I colori e l’energia del Gay Pride invadono Roma: ”Siamo 700 mila”

Le immagini e le voci dal lungo e colorato corteo di Roma Pride, che invade il centro storico di Roma sabato 8 giugno

 

I colori della bandiera arcobaleno invadono Roma. Atmosfera di festa ma anche di lotta, dove i dritti delle persone omosessuali e transgender, ma non solo, si ritrovano per un giorno al centro della mobiitazione cittadina. Sono passati 25 anni dal primo grande gay pride unitario di Roma, 50 dal grande raduno mondiale di New York dove la rivendicazione dei diritti della comunità omosessuale ha iniziato a prendere forma.

Ritrovo alle 15 in piazza della Repubblica per proseguire da via Cavour e via Merulana fino al Colosseo e piazza Venezia. Presenti alla manifestazione, Vladimir Luxuria, Asia Argento e come madrina delll’edizione 2019 del Roma Pride, Porpora Marcasciano.

“Di diverso da quegli anni è che io ed Eva abbiamo potuto unirci civilmente grazie alla Legge Cirinnà - dice Imma Battaglia, attivista per i diritti Lgbt, accanto alla sua sposa, Eva Grimaldi -. Questo governo vuole riportarci indietro, ma questa piazza è una risposta chiara, diciamo d no”. “C’è sempre bisogno di lottare, ogni anno provano ad andarci contro e a screditare il Pride - dice Sebastiano Secci, portavoce del Roma Pride -, ma siamo sempre qui, più forti”.

Persone affacciate dalle finestre. Turisti ai Fori Imperiali che salutano ed accennano passi di danza rivolti ai carri. E’ il Roma Pride. Non solo una marcia per i diritti, ma una festa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento