Preferenziale Marconi, lite in casa 5 Stelle: la consigliera municipale critica, Stefàno contrattacca

Stefàno: "Ma la portavoce ha letto il programma?"

Foto Facebook Enrico Stefàno

Lite in casa pentastellata sulla corsia preferenziale di viale Marconi. L'opera, che prenderà il posto dello spartitraffico dove oggi parcheggiano centinaia di automobilisti, ha sollevato posizioni critiche non solo tra i cittadini ma anche all'interno della maggioranza pentastellata nell'XI municipio. Come ha riportato Romatoday nei giorni scorsi la consigliera Francesca Sappia ha scritto una lettera aperta, in cui elenca punto per punto le criticità, indirizzata all'assessora capitolina Linda Meleo, al Dipartimento Mobilità e Trasporti ed all'agenzia Roma Servizi per la Mobilità. 

Le risponde il presidente della commissione capitolina Trasporti, Enrico Stefàno: "Non si placano le proteste, ahimè anche di qualche "portavoce" (ma hanno letto il programma quando hanno accettato di candidarsi? condivisibile o meno quello che stiamo facendo lo abbiamo sempre detto in maniera chiara) su viale Marconi" esordisce con un post su Facebook.

Ecco come cambia il volto di viale Marconi

Poi analizza i "punti critici" rilevati dalla consigliera. Il primo: "Il progetto si presenta senza uno studio approfondito delle dinamiche del quartiere". Stefàno rileva al contrario che "ci sono stati mesi di studio sui flussi veicolari, sia di attraversamento che locali, proprio per dimensionare al meglio il progetto". Inoltre "dare un'alternativa efficace con il trasporto pubblico e ciclabile aiuterà a decongestionare l'area". Anche lo spazio che rimarrebbe per la carreggiata delle automobili per Stefàno sarebbe abbastanza. "Roma è caotica anche perché in passato si è dato troppo spazio alle automobili" il senso della replica. 

Tra gli altri punti contestati il fatto che il progetto "non è risolutivo per gli abitanti" se il servizio non diventa efficiente. Con la replica: "Il servizio per essere regolare deve avere una sede riservata e protetta. Con tempi di percorrenza certi, fermate in sicurezza e libero dalla congestione. Solo cosi sarà efficiente". E di fronte all'accusa che il progetto "non ha nè arte nè parte" Stefàno risponde: "Collega solamente il quarto scalo ferroviario romano (Trastevere Fs) con la metro B".  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento