Atti vandalici a Villa Sciarra: "Da 10 mesi ville senza guardiania. Al Campidoglio non interessa"

Il Comune: "Domani la firma della custodia con l'Associazione Carabinieri in congedo 'Martiri di Nassiriya'"

Vasi di pregio spezzati, giochi dell'area ludica divelti e danneggiati, panchine scardinate. Brutta sorpresa questa mattina a villa Sciarra, oggetto di un vero e proprio raid vandalico nella notte. Sono stati i cittadini a scoprire quanto accaduto. Un fatto che ha acceso immediatamente la polemica politica. La Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi e l'Assessora all'Ambiete del municipio, Anna Vincenzoni infatti sottolineano come "dal 1 aprile dello scorso anno Villa Sciarra rimane aperta di notte, come tutte le altre Ville Storiche; una situazione nota, piu' volte segnalata, ma sembra che al Campidoglio non interessi nulla. Facessero i bandi che servono veramente a questa città, invece di perdere ancora altro tempo".

vandali-villa-sciarra-2

Una situazione a stretto giro confermata anche dal Campidoglio che però parla di "grande tempismo" nell'azione dei vandali. Il riferimento è al fatto che Villa Sciarra fa parte del lotto di parchi e ville storiche dei Municipi I, II, III e XV per cui l'Associazione Carabinieri in congedo “Martiri di Nassiriya” ha dato la disponibilità a svolgere un servizio di volontariato per la chiusura e l'apertura dei cancelli. La firma per la convenzione con Roma Capitale è prevista per domani, lunedì 5 febbraio".

Secondo il Comune "l'affidamento del servizio ai Carabinieri in congedo è frutto di un avviso pubblico che ha già portato ad assegnare l'apertura e la chiusura dei cancelli di altri spazi verdi di pregio all'Associazione Earth che già opera nei Municipi V, VII, VIII, XII e XIII".

Il Comune respinge le accuse di inerzia: "Altri parchi e giardini pubblici sono presidiati dal nucleo PICS della Polizia Locale grazie ad un accordo con il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale. Episodi come quelli di oggi vanno denunciati con forza da chiunque ha a cuore il bene della città senza cercare alibi o giustificazioni. Degrado, atti di vandalismo e danneggiamenti ai beni comuni richiedono, oltre a cancelli e telecamere di sicurezza, un profondo mutamento culturale che parte dalla legalità declinata in ogni momento della vita civile e amministrativa. Un cambio di sistema che a Roma è stato avviato e che sosterremo con determinazione in ogni nostra scelta".

vandali-villa-sciarra-3

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

Torna su
RomaToday è in caricamento