Trasbordo rifiuti, proroga per l'area di Saxa Rubra: Raggi ammette la "crisi"

La Sindaca ha firmato l'ordinanza che proroga le attività di trasbordo nel piazzale di Roma nord: "Criticità su raccolta"

L'area di trasbordo rifiuti di Saxa Rubra prorogata per altri sei mesi. La Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha firmato una nuova ordinanza che autorizza la prosecuzione delle attività di trasbordo dei rifiuti nel piazzale che un tempo fu del Gran Teatro. 

Trasbordo rifiuti a Saxa Rubra

All'ombra della stazione Saxa Rubra sulla linea Roma Nord, dei capolinea di Atac e Cotral e degli studi Rai restano dunque nastro trasportatore e mezzi Ama. Quelli che, in base all'ordinanza precedente emanata nel pieno della crisi dei rifiuti dell'estate scorsa, avrebbero dovuto lasciare Saxa Rubra ad inizio gennaio. Così non è.

A Saxa Rubra prosegue il trasbordo. La città infatti, alle prese con l'imminente chiusura della discarica di Colleferro e con le incognite sull'invaso provvisorio e definitivo che dovrà sostituirla, è piombata nell'ennesimo periodo di strade colme di spazzatura. 

Rifiuti, la città in crisi: cassonetti pieni e roghi

Cassonetti pieni da Ostia a Torrevecchia, da Villa Bonelli a Centocelle fino a Labaro e La Storta. Un quadro desolato al quale si aggiungono i continui roghi con pattumiere date alle fiamme in diversi quartieri della città. 

Anche la Sindaca Virginia Raggi ammette le difficoltà. "Allo stato attuale nel territorio della città di Roma persiste una condizione di criticità" che, scrive la prima cittadina, "si ripercuote sul servizio di raccolta dei rifiuti urbani con conseguenti fenomeni di accumulo di rifiuti in prossimita dei cassonetti". 

A Roma i rifiuti rimangono a terra

Da qui la richiesta di Ama di prorogare i termini di utilizzo dell'area di Saxa Rubra per le attività di trasbordo dei rifiuti urbani indifferenziati: l'azienda, nelle more di potenziare e ottimizzare l'intero sistema di raccolta, vuole infatti evitare che l'immondizia continui a stazionare su strade e marciapiedi. 

“In assenza di un’adeguata rete infrastrutturale di supporto, i mezzi dedicati alla raccolta dei rifiuti sono costretti a lunghe percorrenze, distogliendo risorse al servizio di raccolta dei rifiuti urbani e - si legge nel documento firmato da Raggi - determinando rallentamenti nell’attività di raccolta con rischio di giacenza degli stessi rifiuti indifferenziati a terra, in prossimità dei punti di raccolta. Il protrarsi delle difficoltà evidenziate nell’attività di raccolta concretizza in tempi brevissimi uno stato di severa criticità nella Capitale, con immediata ripercussione sulle condizioni igienico-sanitarie della città e grave rischio per la salute pubblica”.

Trasbordo a Saxa Rubra: proroga di 180 giorni

Necessario dunque prorogare l'area di trasbordo rifiuti di Saxa Rubra "per un periodo non superiore a 180 giorni". 

Tra le prescrizioni per Ama l'obbligo a che il trasbordo non superi le 300 tonnellate al dì di rifiuti.

Le attività in quel di Saxa Rubra dovranno poi avvenire senza deposito di rifiuti a terra "prevedendo tutti i presidi necessari ad evitare qualsiasi nocumento alla popolazione e all'ambiente circostante"; l'area dovrà essere presidiata e delimitata oltre che sottoposta ad attività di pulizia giornaliera a fine servizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Un uomo li truffa, loro reagiscono: lo sequestrano e lo pestano riducendolo in fin di vita

Torna su
RomaToday è in caricamento