Tor Vergata: dalla Regione 10 milioni per riqualificare e completare gli immobili Ater

Terminati i lavori di manutenzione su due edifici in via Ferruccio Ulivi, sarà completato anche il Piano di Zona creando 42 nuovi alloggi. Napoletano (Ater): “Vogliamo chiudere la stagione delle opere incompiute”

Dieci milioni, dalla Regione Lazio, per completare lo scheletro di un edificio, fermo da vent’anni. E per effettuare la manutenzione di tre palazzine. La Regione Lazio ha deciso di investire sugli immobili Ater di Tor Vergata. Ed ha già iniziato a farlo.

Gli interventi di manutenzione

Il governatore Zingaretti, insieme all’assessore alla Casa Massimiliano Valeriani ed al D.G. dell’Ater Andrea Napoletano, giovedì 18 giugno ha presentato i risultati già conseguiti nel quartiere e quelli che, l’ente regionale, intende realizzare nel quartiere. Due edifici, le palazzine B3 ed F, hanno già beneficiato di 2,6 milioni per il nel rifacimento delle coperture, delle facciate, dei terrazzi dei piani pilotis e degli spazi comuni esterni. Altri due milioni sono invece stati destinati al fabbricato B2 che otterrà analoghi interventi.

Un edificio abbandonato da 20 anni

I restanti 5,7 milioni sono invece finalizzati a completare il piano di zona D/Ter Tor Vergata, terminando lo scheletro la cui realizzazione è ferma dal 1998. Consentirà di accrescere il patrimonio immobiliare di Ater con 42 nuovi alloggi. “Siamo in una situazione nella quale le istituzioni devono prima di tutto chiedere scusa e poi valorizzare il fatto che finalmente si parte", ha commentato Zingaretti che ha ricordato come, da qualche settimana, siano ripresi anche i lavori al Tiburtino III. 

I fondi per l'Ater

“Grazie al decreto Rilancio in discussione alla Camera apriremo cantieri in tutte le case Ater per un investimento di circa 4,5 miliardi per l'efficientamento energetico del patrimonio” ha promesso il governatore “ in questo modo recuperiamo un ritardo drammatico di 20 anni”. Anche al Tiburtino III infatti occorre completare un edificio la cui ossatura era stata posata due decadi prima.

Il rilancio dell'edilizia popolare

L’azienda territoriale di edilizia residenziale, con il supporto della Regione Lazio, mira a costruire 700 nuovi alloggi in tre anni. Un progetto ambizioso, ma già avviato che si andrà a sommare al recupero dell’esistente tra cui i  150 alloggi al Corviale del cosiddetto Miglio verde reso celebre dal film con Paola Cortellesi e Raul Bova. 

I lavori annunciati nella conferenza stampa del 18 giugno consentiranno di terminare un piano di zona che prevedeva la costruzione di quattro fabbricati per complessivi 168 appartamenti. Tre sono stati terminati e consegnati nel 2007. Manca la quarta palazzina, lo scheletro mostrato oggi alla stampa, con i suoi 42 alloggi.

Terminare le opere incompiute

“Vogliamo chiudere la stagione delle opere incompiute e abbandonate a Roma e consegnare nuovi alloggi senza consumo di suolo” ha commentato Napoletano. “Noi costruiamo le case, ma poi chi le assegna e chi gestisce il patrimonio sono i Comuni” ha invece fatto notare ai cittadini l’assessore regionale Massimiliano Valeriani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento