"Il TMB Salario è chiuso per sempre": a sei mesi dall'incendio Raggi chiede ritiro autorizzazione e bonifica

La richiesta in una lettera del Campidoglio alla Regione Lazio. Il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo: "E' vittoria dei cittadini, ora parco come risarcimento"

"Il TMB Salario è chiuso per sempre". E' questo l'annuncio che arriva dal presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, appreso della lettera che la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha inviato alla Regione Lazio per chiedere il ritiro dell'Autorizzazione Integrata Ambientale così come esortato da mesi da residenti e Piazza Sempione preoccupati che in quel sito, con le autorizzazioni ancora in piedi, potessero nuovamente arrivare rifiuti.  5000 mila tonnellate di Fos, ossia frazione organica stabile, quelle ancora presenti nello stabilimento distrutto dalle fiamme lo scorso dicembre

TMB Salario, lettera di Raggi a Zingaretti: "Bonifica e stop autorizzazione"

E' "indispensabile un intervento di messa in sicurezza e bonifica dell'area che non è compatibile con futuri utilizzi produttivi" - così scrive Raggi al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. 

"Ciò premesso stante la chiara volontà politica di superare definitivamente la riapertura degli impianti produttivi in quel sito ed essendo mia ferma intenzione di rispondere alle istanze dei cittadini del Municipio 3 che chiedono con forza che l'area non venga più destinata a scopi industriali chiedo di verificare con le competenti strutture regionali la sussistenza delle condizioni di revoca definitiva dell'autorizzazione integrata ambientale concessa che ad oggi risulta ancora in fase di riesame e di supportare le nostre richieste di definitiva bonifica dell'area". 

Dal Campidoglio quel passo che Villa Spada, Fidene e dintorni hanno atteso per sei mesi, per scongiurare ancora proprio sotto casa lo spettro dei rifiuti. 

TMB Salario, un incubo lungo otto anni. Il Municipio chiede risarcimento: "Niente rifiuti e parco sul fiume" 

TMB Salario, Caudo: "E' battaglia vinta dai cittadini"

"Una battaglia vinta dai cittadini del Municipio III. Grazie ai cittadini di Villa Spada, di Fidene, di Nuovo Salario, di tutto il Municipio per come hanno saputo combattere questa battaglia. Sono felice e orgoglioso di questa vittoria che dedichiamo a chi ha tanto sofferto in questi anni. Ai bambini dell'asilo i colori del mondo, agli esercenti e commercianti delle attività che hanno dovuto chiudere, ai dipendenti di AMA che hanno lavorato in condizioni impossibili. Alle quasi 2 mila persone che un sabato di ottobre sotto la pioggia sono scese in strada sulla Salaria per far valere il loro diritto a respirare. A tutti loro va il mio grazie" - ha commentato il minisindaco Caudo che non risparmia una piccola nota polemica nei confronti del Comune.


Il futuro del TMB Salario: "Un parco per risarcire residenti"

"Un grazie anche alla sindaca Virginia Raggi che alla fine ha fatto quello che si doveva fare da tempo e che per mesi ha voluto rimandare. Non dimentichiamo chi nei mesi in cui protestavamo - ha scritto - ci ha negato l'evidenza, ma ora la cosa importante è guardare la futuro". 

Un destino, quello dell'area dell'ex TMB, tutto da scrivere: un parco pubblico e un affaccio sul Tevere, quanto vorrebbe veder sorgere il Municipio III come "risarcimento ai cittadini" che per otto lunghissimi anni hanno sopportato miasmi e disagi. 

Regione Lazio: "Richiesta Ama fondamentale per revoca AIA"

E sulla questione, con massima cautela, era intervenuta anche la Regione Lazio a margine della Commissone parlamentare di inchiesta sulle attività illecite nel ciclo dei rifiuti durante la quale Raggi aveva detto di aver pronto il docuento per la richiesta di revoca dell'Aia, mostrandolo ai commissari: "Un atto essenziale per la chiusura del procedimento amministrativo, che la Direzione regionale competente - hanno scritto dalla Pisana - ha già sollecitato ad Ama da circa cinque mesi e senza il quale la Regione non può procedere con il ritiro dell'Aia per l'impianto del Salario". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento