Anziani, lo 060606 fornirà il servizio di teleassistenza

Il vicesindaco di Roma, Sveva Belviso, ha annunciato che nei prossimi mesi il centralino di Roma Capitale potenzierà il servizio di assistenza per gli anziani e le persone più fragili

L'estate, si sa, è uno dei momenti più critici per gli anziani che spesso si rirovano da soli in città a far fronte alle temperature da record, ma spesso i loro bisogni vanno al di là dei problemi legati alla calura estiva. Ecco che arriva il servizio di teleassistenza. L'idea è stata lanciata oggi dal vicesindaco di Roma, Sveva Belviso, durante la visita nel IV municipio della sede del centralino informativo del Campidoglio. Si tratta di un servizio attivo nei momenti di minor pressione di chiamate dello 060606, il call-center del Comune di Roma, per contattare le persone più fragili della città, in particolare gli anziani, con l'obiettivo di fornire loro assistenza o anche solo un momento di contatto umano. La teleassistenza dovrebbe partire tra settembre e ottobre e nasce dalle richieste che vengono fatte quotidianamente dagli utenti del centralino del Campidoglio.

"Molte domande poste agli operatori - ha spiegato il vicesindaco - nascondono una richiesta di compagnia, specie da parte degli anziani. Loro fanno delle domande, ma i nostri operatori colgono immediatamente l'esigenza primaria, cioé avere contatto o relazione umana. L'operatore, dunque, usa i minuti che ha a disposizione per individuare se esiste un problema altro, magari di solitudine, per poi riferirlo agli organi di competenza. Per questo, in questo senso - ha annunciato Belviso - stiamo pensando a potenziare il servizio, per chi ne fa richiesta e in particolare per gli anziani, in una direzione tipo teleassistenza". Il servizio è a costo zero perché esistono già gli operatori e le strutture.

Il contact center di Roma Capitale, oltre a fornire particolare attenzione alle persone più fragili, è anche uno strumento particolarmente attento a tutte le esigenze dei cittadini, fornendo loro informazioni su tutto ciò che riguarda la Capitale. Basti pensare che nel giorno di ferragosto sono state 1.800 le chiamate arrivate allo 060606, che ha risposto soprattutto alle domande riguardanti i servizi sulla mobilità, le iniziative culturali e le farmacie di turno. Il servizio è attivo dal 2002 e risponde tutti i giorni 24 ore su 24. Dalla data della sua attivazione, fa sapere Belviso, ha ricevuto ad oggi circa 25 milioni di chiamate e risponde in inglese, albanese, arabo, cinese, francese, polacco, romeno, spagnolo e tedesco. Vi lavorano 159 donne e 49 uomini, con 11 tutor. In generale il 27% delle chiamate dei cittadini riguardano i dipartimenti, e soprattutto le pratiche per le contravvenzioni, ma molte richieste sono anche le informazioni su ambiente, servizi di mobilità e rifiuti. (Fonte Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento