Tassista violentata a Piana del Sole, i sindacati contro Marino: "Fermi questa barbarie"

Le sigle: "Siamo a un livello di imbarbarimento del vivere civile nella nostra città che sindaco ed amministratori comunali non possono più ignorare". Taxi con nastri rosa per solidarietà

Una bufera di polemiche e dure reazioni politiche. La violenza subita ieri mattina da una tassista, in zona Piana del Sole, l'ennesima ai danni della categoria, scatena grida di allarme. E se dal Campidoglio arriva un messaggio di "vicinanza e solidarietà", con ferma condanna all'atto di violenza, i sindacati puntano il dito proprio contro il primo cittadino. 

"Nelle ultime settimane, in numerose circostanze, gli autisti delle auto bianche della Capitale sono rimasti vittime di aggressioni violente e rapine" affermano in un comunicato le strutture sindacali Uil Trasporti, Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl taxi, Ati taxi, Usb settore taxi e Associazione Tutela Legale Taxi. "L'odierno episodio, nel quale una nostra collega oltre ad aver subito l'offesa di una rapina è rimasta anche vittima di una violenza sessuale, indica un livello di imbarbarimento del vivere civile nella nostra città che sindaco ed amministratori comunali non possono più ignorare. 

Gli operatori del settore taxi - prosegue la nota - svolgono il proprio servizio costantemente in prima linea, tra mille difficoltà e nel totale disinteresse di un'amministrazione cieca e sorda ad ogni richiesta di confronto, che non ha avuto la dignità di esprimere un minimo di solidarietà a chi nell'esercizio di un servizio pubblico è rimasto vittima di violenza". 

"Mentre Marino e il responsabile del settore trasporti, l'assessore Improta, giocano a pianificare nuove aree pedonali e piste ciclabili per simpatiche passeggiate domenicali - conclude la nota - nella Capitale dilagano violenza ed illegalità".

A chiedere interventi immediati anche il capogruppo della Lista Marchini in Campidoglio Alessandro Onorato: "Siamo inorriditi e sconvolti da questa brutale aggressione. Assistiamo da tempo a un crescendo di violenze ai danni dei tassisti romani: servono interventi immediati per garantire la sicurezza e non lasciare soli questi lavoratori e lavoratrici che svolgono un servizio pubblico" ha dichiarato in una nota esprimento vicinanza alla tassista.

L'episodio è l'ultimo di una lunga serie che ha portato, lo scorso 1 maggio, la Uiltrasporti a lanciare l'allarme sicurezza per la categoria. Il giorno prima, infatti, ben due conducenti di auto bianche erano stati aggrediti: il primo in via Merulana aggredito da uno scooterista, il secondo in zona La Rustica rapinato dietro la minaccia di una pistola. Il giorno precedente, un'altra aggressione in zona Pinciano

E intanto la Federtaxi Cisal Roma ha chiesto su twitter a tutti i tassisti di mettere un nastro rosa sull'antenna della propria vettura, in segno di solidarietà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento