Le voragini di Monteverde finiscono in Campidoglio: il quartiere sprofonda, che fa la sindaca?

Non è il primo evento simile che accade sul territorio di via Fonteiana. Dopo "numerose segnalazioni circa l'attuale disagio" la consigliera Celli incalza la sindaca Raggi

La voragine di via Fonteiana

Monteverde sprofonda e il Comune che fa? E' questo il senso dell'interrogazione in Consiglio comunale proposta dalla consigliera e capogruppo della Lista civica RomaTornaRoma Svetlana Celli. E' la voragine apertasi lo scorso18 agosto scorso in via Fonteiana, a preoccupare e spingere la consigliere a chiedere chiarimenti.

Nel documento ufficiale, si contano "numerose segnalazioni circa l’attuale disagio che stanno subendo i cittadini, preoccupati delle ripercussioni che potranno subire all’intensificarsi delle attività quotidiane legate alla fine del periodo estivo". Inoltre si ricorda "che nel maggio del 2017, nello stesso punto in cui si aperta la voragine" era già stato necessario "un intervento dell’Acea e, a detta dei cittadini della zona, nello stesso punto si sono ripetuti nel tempo numerosi episodi di avvallamenti e cedimenti del terreno".

Tra le premesse che anticipano le richieste dell'interrogazione, si legge, infine, che "nel territorio del quartiere in quattro mesi si sono verificati altri eventi simili: circonvallazione Gianicolense, via Isacco Newton, via Fratelli Bonnet e via Antonio Bennicelli, che hanno comportato interventi di ripristino urgenti e impegnativi. Anche in altre zone di Roma sono sempre più frequenti fenomeni di voragini e dissesti, da Colle Salario a Vigna Clara, dall’Appio al Flaminio, variamente documentati dalla stampa, soprattutto in relazioni a forti e abbondanti piogge che interessano la Capitale".

Su cosa verte l'interrogazione

In particolare Celli punta a conoscere i "tempi previsti per il ripristino della normale viabilità della zona di via Fonteiana, via di Donna Olimpia". Inoltre  "se, con riferimento alla recente voragine, si ritiene possano esistere collegamenti tra l’evento del maggio del 2017 e l’attuale cedimento del mando stradale, e quale struttura dell’Amministrazione Capitolina, nel 2017, ne risultava competente"; e ancora "quale struttura dell’Amministrazione Capitolina monitora e controlla la conformità dei lavori effettuati da Acea sulla rete idrica cittadina, con particolare riguardo alla esecuzione delle opere di ripristino della fondazione e del manto stradale"; e ancora "se sono stati previsti specifici investimenti per la messa in sicurezza e per il contenimento della fragilità del territorio, e se e stato eventualmente redatto il cronoprogramma degli interventi in relazione alla loro urgenza".

svetlana-celli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Baobab, i volontari: "Pronti a resistere, 57 persone ancora in strada". E con il Comune è guerra di numeri

  • Politica

    Ama, è caos bilancio: il collegio dei sindaci ritira l'ok. Bagnacani in bilico

  • Politica

    Multiservizi, slittano gli stipendi per 4000 lavoratori: "Ritardi nei pagamenti"

  • Ostia

    Ostia: spiagge pubbliche abbandonate dopo l'estate a Cinque Stelle, la denuncia

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

Torna su
RomaToday è in caricamento