Giubileo, per rifare le strisce pedonali il Campidoglio apre ai privati

La Giunta capitolina ha approvato la delibera: entro dieci giorni verranno pubblicati i bandi relativi alla grande viabilità. In cambio gli sponsor riceveranno spazi pubblicitari in prossimità degli attraversamenti

Sponsor privati per riverniciare con materiale speciale le strisce pedonali della città in cambio di piccoli spazi pubblicitari nei pressi degli attraversamenti. E' piano del Campidoglio per il Giubileo che si tradurrà nell'apertura di appositi bandi. A introdurre questa possibilità una delibera approvata oggi pomeriggio dalla Giunta capitolina a firma dell'assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale, Maurizio Pucci, delegato al Giubileo del sindaco Ignazio Marino: il Campidoglio si occuperà delle 'zebre' sulle arterie della grande viabilità, mentre ai Municipi (con bandi separati) spetteranno quelle delle strade ordinarie. La riverniciatura avverrà con speciale materiale bicomponente a lunga durata. I tempi, a poco più di sei mesi dall'inizio dell'Anno Santo della misericordia, saranno necessariamente stretti: "I lavori inizieranno non appena sarà uscito il bando" ha concluso Pucci. "Lo pubblicheremo entro 10 giorni, poi ce ne saranno 20 per rispondere e a settembre si potrà cominciare a intervenire, così per il Giubileo le strisce saranno a posto".

"Abbiamo approvato una delibera di Giunta che prevede che l'amministrazione possa fare un bando per cui nelle aree non soggette a nessun vincolo delle sovrintendenze archeologiche, monumentali e paesaggistiche nell'ambito della grande viabilità, e si tratta di 1.200 chilometri di strade" ha spiegato Pucci al termine della Giunta "si possa far sponsorizzare ai privati, con investimenti nell'ordine di qualche migliaio di euro, il rifacimento delle strisce pedonali con materiale bicomponente, ad alta visibilità e con durata minima assicurata di un anno" ha spiegato. In cambio "come misura di sicurezza e anche come corrispettivo verranno installati quattro parapedonali con otto facciate totali su cui potrà essere installata della pubblicità per una superficie massima di 300 centimetri quadrati, il massimo previsto dal Prip. Il tutto per il periodo di un anno, ovvero la durata delle strisce, che poi verranno rimesse a bando".

Coinvolti anche i municipi. Gli stessi bandi potranno essere indetti anche per "la piccola viabilità, che è di loro competenza" ha sottolineato l'assessore. Il tutto per "un risparmio consistente di diversi milioni di euro per l'amministrazione comunale, visto che ad oggi il Campidoglio fa 3-4 interventi all'anno su ogni attraversamento riguardante la grande viabilità, e poi più sicurezza per i pedoni e ritorno in pubblicità per i privati".

Analoghe iniziative sono già in corso in Germania e negli USA. Spiega Pucci in una nota: "In una fase di restringimento strutturale delle risorse a disposizione per i bilanci comunali, la sfida della manutenzione urbana che richiede ingenti investimenti non può essere vinta senza coinvolgere nella manutenzione urbana e nel ripristino del decoro i cittadini, le imprese, le associazioni civiche. Quello di oggi, dunque, è un tassello di una strategia che punta a far convergere le risorse pubbliche, il mecenatismo privato, gli investimenti privati, l'attivismo delle associazioni civiche, in un piano di manutenzione e ripristino del decoro di cui la nostra città ha urgente bisogno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento