Strade provinciali in malora, Orsola (IDD) si appella a Città Metropolitana e Raggi

“Da anni denuncio l’urgenza di dotare il personale di mezzi adeguati a garantire una manutenzione stradale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma, 18 settembre 2019 – “Città metropolitana di Roma Capitale, abbiamo strade provinciali in condizioni pietose, metti in condizione il tuo personale operativo di lavorare, o continueremo a pagarne le conseguenze”. Si appella alle istituzioni locali Marco Orsola, responsabile del movimento Italia dei Diritti per la Valle dell’Aniene, sindaco di Saracinesco e presidente dei Comuni della Valle dei Giovenzale. “Sono anni che denuncio le pessime condizioni del manto stradale di queste strade – afferma Orsola che ricorda come “la SP 102 che passa per il nostro Comune è insidiata dalla caduta di materiale pietroso. Diversi – prosegue – sono stati nel tempo gli incidenti stradali, anche gravi, occorsi in quel tratto, dove lo stato di abbandono dei versanti e del fondo creano un grave pericolo per l’integrità di chi vi transita”. L’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro si rivolge direttamente alla Città Metropolitana: “Il personale non è messo in condizione di operare per carenze tecniche e logistiche che impediscono una buona conservazione del manto stradale. In altri casi - incalza Orsola - gli interventi non vengono proprio realizzati. Finanche le erbe infestanti non vengono tagliate. La competenza di quanto descritto – si avvia a conclude Orsola – è del settore Viabilità, a cui mi appello affinchè, alla buona volontà dei lavoratori, faccia seguito un intervento sanante l’attuale stato della manutenzione, in termini sia qualitativi che quantitativi. Non bastano le strade di Roma a dover destare le preoccupazioni della sindaca Raggi - conclude - anche quelle del territorio provinciale chiedono un cambio di rotta. Se continuiamo così, a cambiarla saranno gli automobilisti, sempre più insicuri della propria incolumità quando si trovano a passare per le strade della nostra provincia".

Torna su
RomaToday è in caricamento