Metro C, archeologia e storia per la stazione di San Giovanni: ecco il progetto

Il preliminare è stato presentato a un tavolo congiunto tra Roma Metropolitane, Società Metro C, il Dipartimento capitolino e la Soprintendenza. "Non sarà un luogo non asettico, ma culturalmente stimolante per gli utenti"

Ritrovamenti archeologici e riferimenti al contesto storico tornato alla luce con gli scavi della metro C. Parte da qui il progetto preliminare per il "miglioramento qualitativo" della stazione della metro C di San Giovanni presentato venerdì a un tavolo congiunto tra Roma Metropolitane, Società Metro C, il Dipartimento Mobilità e Trasporti di Roma Capitale e la Soprintendenza per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma.

Curato dai professori Andrea Grimaldi e Filippo Lambertucci del Dipartimento architettura e progetto della “Sapienza”, Università di Roma, il progetto riguarda l’allestimento della stazione metro San Giovanni, con la presentazione dei contesti storico-archeologici emersi duranti gli scavi di archeologia preventiva curati dalla dottoressa Rossella Rea. Nato dalle osservazioni e prescrizioni impartite dalla Soprintendenza al momento di importanti ritrovamenti emersi nel corso dei lavori, si legge in una nota del ministero dei Beni Culturali "il progetto è funzionale a rendere la stazione San Giovanni un luogo non asettico, ma culturalmente stimolante per gli utenti di Metro C, al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini romani e dei visitatori della capitale".

Si tratta del primo dei progetti di miglioramento qualitativo auspicati dalla Soprintendenza per le stazioni della linea C che attraverseranno il cuore di Roma. "In questo difficile momento per l’amministrazione capitolina" spiega in proposito il soprintendente Francesco Prosperetti "è imprescindibile sollecitare una maggiore attenzione alla qualità degli spazi pubblici della metropolitana di Roma. La linea C non è una tratta qualsiasi, ma attraversa la parte più importante e di alto valore simbolico della Roma archeologica e non solo. Dall’amministrazione comunale e da Roma metropolitane ci aspettiamo una risposta all’altezza delle aspettative dei cittadini".

L’amministratore delegato di Metro C Fabio Giannelli ha aggiunto: "Condividendo a pieno le esigenze di miglioramento espresse dalla Soprintendenza, la Società Metro C garantisce pieno sostegno a livello tecnico e programmatico per lo sviluppo di progetti così importanti per la città di Roma. In altri contesti urbani, come Napoli, lo sviluppo di analoghe iniziative nella costruzione delle linee metropolitane condotte dagli stessi soci di Metro C, non solo ha avuto il favore dei cittadini, ma anche importanti riconoscimenti a livello internazionale".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • i cocci e le pietre si fanno sempre a tempo ad installare successivamente per ora la priorità e' aprire quella ca..kio di fermata per collegare veramente una enorme parte di roma al sistema metro che sia pure come bestie ti permette di muoverti con tempi meno disumani per Roma

  • Ottima l'idea di valorizzare la fermata coniugando l'esigenza di spostarsi rapidamente con il godere di nuove vestigia del passato. A questo punto e' necessario andare avanti rapidamente con la segreta speranza di scoprire nuove porzioni del passato sotto il Colosseo, Venezia e perche' no Argentina , Chiesa Nuova S. Pietro etc. Si scoprirebbero ampi spazi probabilmente mai piu' rinvenibili se non grazie a scavi necessari per la costruzione della metropolitana.

  • Che sia una delle tante scuse per giustificare i ritardi che ci saranno?

  • Tutto bello! Saloni grandissimi! Ma le banchine? Sempre strette, da 3 metri!

  • Fate come volete...basta che vi sbrigate a finire il collegamento con la linea A !!!!!!!! Meglio una metro finita oggi che un museo stupendo tra vent'anni!!!!

  • Avatar anonimo di Stefano
    Stefano

    Assolutamente d'accordo con Vincenzo: è prioritario terminare il collegamento Lodi-s.giovanni.

  • con tutto il rispetto di questa idea, sarebbe opportuno che tutti gli sforzi vengano trasferiti a finire l'ultimo tratto Lodi-San Giovanni, considerando anche l'imminenza del giubileo, la cittadinanza ne renderà merito.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Trump a Roma, Capitale blindata: itinerari scelti al momento e "cerchi di sicurezza"

  • Torpignattara

    La Casetta: "Manca un certificato della Asl". E il centro per disabili resta chiuso

  • Cronaca

    Magliana: brucia l'ex fabbrica Buffetti, rischio amianto. I residenti: "No ad altra Pomezia"

  • Cronaca

    Cassia: sequestrano coppia di anziani e badante, poi saccheggiano villa

I più letti della settimana

  • Tangenziale Est, il progetto per demolirla è pronto: "I cantieri nel 2018"

  • Quando pioveva e i grillini dicevano: "Marino dimettiti e stura il tombino"

  • "Sono Papa Francesco": il Pontefice a Ostia suona il campanello e benedice le case

  • Funivia Casalotti: ecco i modelli che hanno ispirato il progetto Raggi

  • Raggi, il vento a Roma non sta cambiando: per i romani rifiuti e trasporti sono peggiorati

  • Vaccini, no all'obbligatorietà nelle scuole: M5s boccia proposta Pd. E' polemica

Torna su
RomaToday è in caricamento