Stadio della Roma, la metro B non basta: "50 milioni di euro per la via del Mare"

A parlare è il coordinatore della maggioranza capitolina Fabrizio Panecaldo: "Le strade di accesso devono essere messe in sicurezza". Per arrivare al sì definitivo c'è tempo fino al 3 settembre

Il prolungamento della metro B fino a Tor di Valle quale interesse pubblico per dare il via libera dell'amministrazione alla costruzione dello Stadio della Roma non basta a mettere d'accordo tutti sulla cima del Campidoglio. Se il potenziamento della mobilità pubblica, che dovrebbe permettere a circa la metà dei tifosi di raggiungere la struttura senza utilizzare la propria auto, è stato determinante per la riuscita dell'accordo oltreoceano tra il sindaco Marino e il presidente giallorosso James Pallotta, la viabilità 'privata' rischia di diventare un casus belli tra la giunta capitolina e la sua maggioranza. A parlare è il coordinatore della maggioranza Fabrizio Panecaldo: “Chiediamo un ulteriore sforzo di 50 milioni, non la luna, per la messa in sicurezza della via del Mare e per il ricongiungimento con l'Ostiense, da Tor di Valle a ponte Marconi” ha dichiarato all'agenzia Dire.

LA RIUNIONE DEI CAPIGRUPPO - Parole che anticipano la posizione “di molti esponenti della maggioranza”, ha confermato a Romatoday Panecaldo, in vista della riunione i capigruppo del centrosinistra in Aula Giulio Cesare e l'assessore alla Trasformazione Urbana Giovanni Caudo proprio sul nuovo stadio che si dovrebbe tenere lunedì prossimo. “Con la nuova legge sugli stadi, che permette di andare in deroga alle norme urbanistiche, all'amministrazione comunale non spetta indicare l'area ma solo dare parere positivo o negativo. Per fare questo però è necessario quantificare l'interesse pubblico”.

INTERESSE PUBBLICO - Ed è proprio sul punto dell'interesse pubblico che si concentra l'intervento di Panecaldo. “Con la realizzazione dello stadio e delle cubature annesse, oltre al picco degli accessi rappresentato dal flusso di tifosi, ogni giorno circa 10 mila persone si recheranno allo stadio per raggiungere gli uffici, i ristoranti o i concerti che verranno ospitati. Dobbiamo garantire la sicurezza su una delle vie più pericolose della Capitale qual'è la via del Mare” continua. Un punto critico, quello della sicurezza in merito alla viabilità privata, sollevato nei giorni scorsi anche dal prefetto Pecoraro. “Cosa potrebbe succedere in concomitanza con grandi eventi?”.  Per Panecaldo il problema non sono i metri cubi: “Meglio aumentare il cemento ma avere una via del Mare potenziata e messa in sicurezza” continua. “Lunedì presenteremo una nostra proposta di soluzione economica che con poche decine di milioni di euro permetterà di raggiungere questo obiettivo”.

C'E' POCO TEMPO - Il tempo per arrivare al via libera definitivo non è molto. Entro il 3 settembre il Campidoglio dovrà pronunciarsi mentre in settimana dovrebbe arrivare il progetto del costruttore Parnasi. “Già alla fine di luglio quando abbiamo visionato per la prima volta il progetto abbiamo espresso la nostra perplessità in merito all'adeguamento della via del Mare e ora la ribadiamo” continua Panecaldo. Non un attacco al lavoro del sindaco Marino “che, con la sua missione, ha sicuramente portato a casa una vittoria rappresentando la posizione di tutti noi. Però questo risultato può essere migliorato”.

50 MILIONI PER LA VIA DEL MARE - Il coordinatore della maggioranza ha infatti ricordato un po' di numeri: “200 milioni di opere concessorie sono interventi già previsti per legge, oneri ordinari dovuti. La norma però prevede che di fronte a cambi di destinazione d'uso, ovvero alla realizzazione di metri cubi non previsti dal Prg, il proponente debba versare il 66% del plusvalore generato sull'area”. All'extra-costo di circa 50 milioni di euro per la realizzazione del nuovo 'pezzettino' della metro quindi per Panecaldo “dobbiamo portare a casa anche quelli per l'adeguamento delle strade”. L'obiettivo è dire di  sì alla realizzazione del nuovo stadio: “Ma per 'vincere' tutti un domani non ci si può permettere oggi di ragionare solo col cuore”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento