Stadio della Roma, i consiglieri grillini si astengono: per il Municipio IX non c'è più l'interesse pubblico

La maggioranza ha deciso di non pronunciarsi. Passa la posizione già avvallata dalla Commissione Urbanistica e dall'opposizione: sullo stadio il Municipio IX chiede di ritirare la dichiarazione di pubblico interesse

Non c'è più l'interesse pubblico a realizzare lo stadio della Roma. Almeno per il Municipio IX che, sul tema, era chiamato ad esprimere un parere. Nel parlamentino di via Silone il M5s ha deciso di fare un passo indietro. Anzi di lato visto che la maggior parte dei pentastellati ha scelto di astenersi.

L'annullamento del pubblico interesse

L'ente di prossimità che è più coinvolto dalla realizzazione dello "stadio fatto bene", giovedì 11 aprile ha dovuto votare un atto presentato dall'ex grillina Cristina Grancio e dal consigliere capitolino Stefano Fassina. I due stanno spingendo per "annullare in autotutela la dichiarazione di pubblico interesse" che venne riconosciuta il 14 giugno del 2017 dall'Assemblea Capitolina. Il riconoscimento del pubblico interesse è però fondamentale per consentire che sia applicata la cosiddetta "Legge sugli stadi". Il venire meno di questo prerequisito, rende impossibile portare a compimento il progetto previsto a Tor di Valle.

I pareri non vincolanti dei municipi

Perchè l'iter dello "stadio fatto bene" venga bloccato, è però necessario che si esprima anche l'Assemblea Capitolina. Prima però, era necessario conoscere il parere dei municipi interessati. Dopo la caduta di Arvalia, il cui presidente è stato sfiduciato il 9 aprile, restava da conoscere la posizione del IX Municipio. Gli enti di prossimità non possono esprimere pareri vincolanti, ma dal punto di vista politico, non è secondario il pronunciamento del Municipio IX. Tor di Valle si trova all'interno del suo territorio ed è lì che, tutte le criticità di carattere idrogeologico e trasportistico, si faranno sentire.

Una posizione pilatesteca

La partita non era affatto scontata. I grillini locali sono in difficoltà perchè il Campidoglio ha sempre puntato molto su questo progetto. Ed infatti in Commissione Urbanistica, dove la proposta di delibera di Grancio e Fassina era approdata, solo il pentastellato Barros si era espresso a favore. Tutti gli altri hanno scelto, pilatescamente, di astenersi. Lo schema è stato ripetuto nel parlamentino municipale. In questo caso ha votato a favore solo la grillina Alessandra Tallarico. Gli altri pentastellati, Barros incluso, hanno lasciato che a decidere fosse l'opposizione. Nessun voto contrario, 9 favorevoli e 14 astenuti. Passa la proposta di delibera di Grancio e Fassina: per il Municipio IX non c'è più un interesse pubblico a costruire lo stadio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento