Stadio della Roma, Montino rilancia: "Qui abbiamo 400 ettari pronti ed edificabili"

Nuovo incontro tra il numero 2 dell'As Roma ed il sindaco di Fiumicino. Montino: "L'interesse c'è. I tempi sarebbero dimezzati rispetto all'attuale progetto"

Lo stadio della Roma a Fiumicino è molto più di un'idea peregrina. A dimostrarlo i continui incontri che la società giallorossa sta avendo con il comune aeroportuale.

Baldissoni a Fiumicino

A differenza dello stallo che caratterizza i rapporti tra As Roma e Campidoglio, si registra un ritorno di fiamma per la candidatura di Fiumicino. Il sindaco Esterino Montino ha infatti ricevuto il vicepresidente Mauro Baldissoni che, James Pallotta, ha delegato a seguire gli sviluppi sullo stadio. "Si tratta del quarto incontro tecnico che facciamo per valutare la fattibilità dell'eventuale progetto - ha detto Montino - da parte della società giallorossa l'interesse c'è. E' chiaro che non vogliono più perdere tempo". 

La partita in Campidoglio

Sono passate poche ore dalle dichiarazioni rilasciate dalla Sindaca Raggi a Radio Radio. La prima cittadina di Roma aveva di restare in attesa del lavoro degli uffici che, nella società di Trigoria come in Campidoglio, sono ora chiamati a trovare la quadra. "Quando si metteranno d'accordo sulle opere pubbliche si partirà". Non è però detto che la fumata bianca arrivi in tempi congrui. Il rischio di veder sfumare l'operazione a Tor di Valle, ormai scaricata anche dal Municipio grillino interessato dall'intervento urbanistico, è concreto. Ed un indizio in tal senso può essere rappresentato anche dalle dimissioni in blocco del Consiglio di amministrazione di Eurnova, la società di Parnasi proprietaria dei terreni di Tor di Valle.

La candidatura di Fiumicino

Mentre la pista dello "stadio fatto bene" comincia a raffreddarsi, si fanno sempre più insistenti le voci che conducono verso l'ipotesi Fiumicino. "Ci tengo a precisare che questa proposta non è in concorrenza con nessuno – ha sottolineato Montinco -  Se non dovesse realizzarsi il progetto di Tor di Valle, la Roma sa che qui, a pochi chilometri da lì, ci sono 400 ettari di terreno completamente edificabili pronti ad ospitare lo stadio, con tempi di realizzazione che sarebbero dimezzati rispetto al progetto originale".

Codacons: no a Tor di Valle, sì a Fiumicino

Arrivano intanto i primi endorsment. A rompere gli indugi ha provveduto Carlo Rienzi, presidente del Codacons. L'associazione dei consumati ha fatto sapere che "osterrà il progetto dello Stadio della Roma a Fiumicino". E questo perchè l'idea di realizzare lo stadio lì, nei terreni alle spalle del centro commerciale Parco Da Vinci, "è estremamente positiva e la sosterremo in ogni sede - spiega il presidente Carlo Rienzi - Il progetto di Tor di Valle è oramai fuori gioco e superato, in quanto i procedimenti penali in corso sull'opera e le tante criticità riscontrate sul piano ambientale, logistico e dei trasporti, rendono la realizzazione dello Stadio impraticabile sotto ogni punto di vista". La pista che porta a Fiumicino, a questo punto, non rappresenta più solo un piano B.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento