Chi è Luca Lanzalone, l'uomo della provvidenza grillina per lo #stadiofattobene

Scelto dalla Sindaca "per seguire le vicende di Eurnova e quindi dello stadio", Lanzalone è un avvocato ed è stato nominato numero uno di Acea. Ora è agli arresti domiciliari

Sono tanti i big finiti nella rete dell'indagine legata allo stadio della Roma.  Tra le persone raggiunte da un'ordinanza dii custodia cautelare che ora si trovano agli arresti domiciliare, è finito anche Luca Lanzalone, attuale presidente di Acea. 

L'asservimento a Parnasi

A Lanzalone, avvocato genovese di 49 anni, viene constestato  "in genere un asservimento della sua funzione agli interessi del Parnasi e del gruppo imprenditoriale a lui riconducibile". Secondo l'accusa, "la violazione dei doveri istituzionali di imparzialità", sarebbe stata compensata con l'affidamento o la semplice promessa d'affidamento di incarichi in favore dello studio legale Lanzalone partners.

Lanzalone Raggi e lo stadio

Ma cosa c'entra un avvocato genovese con la vicenda legata allo stadio della Roma e perchè la Sindaca l'ha voluto alla presidenza dell'Acea? Lanzalone arriva nella Capitale all'indomani della vittoria della Sindaca Raggi. Da allora la sua figura orbita in maniera più o meno stabile nella città, al punto da divenire oggetto di un'interrogazione avanzata dalla capogruppo democratica Michela Di Biase. La democratica ha interrogato la prima cittadina per sapere, a marzo del 2017, quale fosse il ruolo di questo legale venuto dal Nord. Nel rispondere Raggi  ha spiegato  che "l'avvocato Luca Lanzalone il 10 febbraio ha depositato una comunicazione con la quale veniva da me incaricato di seguire alcune vicende in particolare quella della società Eurnova e quindi dello stadio". La Raggi in quell'occasione ha poi aggiunto che, "presto", avrebbe ottenuto anche un incarico. E che incarico. L'avvocato ligure diventa infatti il presidente di Acea spa. Una mansione che prevede un emolumento di tutto rispetto: 240mila euro l'anno.

Un sindaco vicario

Per Paolo Berdini "Lanzalone è l'uomo della provvidenza – scrive nel suo ultimo libro 'Roma, polvere di Stelle' – chiamato per gestire la medizione con l'As Roma e permettere l'approvazione dello stadio mettendo così fine alla mia esperienza di assessore". Per l'urbanista romano,  il ruolo di Lanzalone è tale da essere considerato nella schiera dei "sindaci vicari" – Berdini ne individua sei – della Capitale. Per Paolo Berdini si tratta di "un grande esperto di banche", che ha "legami con quel mondo finanziario globalizzato insofferente a ogni tentativo di regolare il voerno urbano".

I trascorsi con i Cinque stelle

Prima di approdare a Roma, Luca Lanzalone aveva già collaborato con i Cinque Stelle. A Livorno aveva infatti collaborato con il sindaco Filippo Nogarin e l'assessore Gianni Lemmetti, oggi in Campidoglio con la delega al bilancio. Nel capoluogo toscano si era dedicato al concordato preventivo dell'azienda municipalizzata dei rifiuti, la Aamps. Concordato preventivo che, in questo momento, è lo strumento che il Campidoglio ha messo in campo per tentare di salvare Atac dal fallimento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento