Stadio Roma, Lombardi cavalca il parere del Municipio IX: "Facciamolo da un'altra parte"

Dalla Regione arriva la richiesta di ripensare al progetto dello #stadiofattobene. Lombardi (M5s)"Dal Municipio IX il segnale è arrivato forte e chiaro. Se un progetto è sbagliato e dannoso per la città, va ripensato altrove"

Dallo #stadiofattobene a #famolostadiodaunaltraparte. Ora che per il Municipio interessato dal progetto è venuto meno l'interesse pubblico, si registra un interessante evoluzione nel Movimento 5 stelle. La posizione della Sindaca che, con enfasi, aveva annunciato il progetto 2.0, non è più così condivisa.

Un segnale forte e chiaro

A dar fuoco alle polveri ha provveduto la capogruppo regionale dei grillini, l'ex parlamentare Roberta Lombardi. "Il IX municipio dice sì all'annullamento del pubblico interesse; il voto nel consiglio municipale, interessato all'opera, era obbligatorio ma non vincolante. Il segnale però è arrivato forte e chiaro: #famolostadiodaunaltraparte – scrive sul proprio profilo facebook la capogruppo regionale –  Ciò che davvero impatta sul territorio e sui cittadini, viene prima di ogni cosa. Se un progetto è sbagliato e dannoso per la città, va ripensato altrove". 

"Una devastante speculazione edilizia"

Il post è stato immediatamente condiviso da Stefano Fassina, il consigliere capitolino di Sinistra per Roma che, con Cristina Grancio (DemA), ha proposto di annullare l'interesse pubblico sullo stadio. "Il commento di Roberta Lombardi, capogruppo M5S in Consiglio Regionale Lazio, è importante al fine di arrivare a un voto per l'annullamento anche in Assemblea Capitolina – ha sottolineato Fassina – Lo stadio della Roma va rilocalizzato. A Tor di Valle sarebbe l'ennesima devastante speculazione edilizia, strumentalmente poggiata sulla buona fede romanista". 

Il parere del Municipio: uno spartiacque

Il voto del Municipio IX, per quanto non vincolante, segna uno spartiacque. E la posizione assunta da Roberta Lombardi lo dimostra. Ora sarà l'Assemblea Capitolina a doversi esprimere sulla delibera presentata da Stefano Fassina e Cristina Grancio. Sapendo che l'ente di prossimità, su cui ricade l'operazione urbanistica, non vede più alcuna utilità pubblica nell'attuale progetto. Il giudizio ovviamente, come sottolineato dall'opposizione municipale che ha votato la delibera, vale per Tor di Valle. Non per lo stadio che quindi, per dirla con Lombardi, si può fare da un'altra parte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento