Lo #stadiofattobene è sempre più opaco: i grillini boicottano la trasparenza e rinnegano la casa di vetro

Nessun consigliere M5s si è presentato alla Commissione Trasparenza sullo stadio, nè è stata fornita l'attesa relazione del Politecnico. Palumbo (M5s): "Mai successo che venisse negato un atto pubblico, è grave"

La Commissione Trasparenza convocata il 4 febbraio 2019

"La casa di vetro" fa a meno della trasparenza. Almeno di quella che, a livello di regolamento, viene garantita dall'apposita commissione. Già perchè lunedì 4 febbraio, in via del Tritone, non si è visto neppure un consigliere pentastellato. Eppure si trattava di una Commissione Trasparenza molto attesa visto che, all'ordine del giorno, era stato messo un solo punto: "il progetto del nuovo stadio della Roma".

Negati atti pubblici

L'approfondimento sullo #stadiofattobene è stato rimandato alla prossima seduta, prevista per il 7 febbraio. Una scelta obbligata, ha ricordato Marco Palumbo, presidente della Commissione Trasparenza, dal momento che "è la prima volta che un atto pubblico ci viene negato". Un comportamento stigmatizzato da tutti i presenti che speravano finalmente di poter conoscere la relazione tecnica sulla mobilità che è stata commissionata al Politecnico di Torino.

L'annuncio M5s su facebook

L'assenza della maggioranza era stata annunciata, tramite il classico post su facebook, dal gruppo M5s capitolino. "Non di certo per il tema, delicato e occasione di confronto democratico – si legge nel post – ma  a causa della errata modalità di convocazione della Commissione Trasparenza su cui si è negativamente espresso anche il Segretariato Generale, su richiesta del Gruppo M5S, quale organo deputato a sciogliere nodi giuridici ed interpretativi". Come gli stessi pentastellati riconoscono nel post, il parere del segretariato "mette in luce come diverse convocazioni della Commissione Trasparenza esorbitino dalle competenze regolamentari della commissione stessa". Finora però non è stato un problema visto che, i Cinque stelle, hanno sempre preso parte agli appuntamenti convocati in via del Tritone.

Una prerogativa della Commissione Trasparenza

"Con questo ordine del giorno c'era la volontà di conoscere e di informare la città su com'è la situazione per quanto rigaurda una tematica di interesse generale, che interessa cioè i tifosi, i cittadini ed i residenti anche per le ricadute in tema di viabilità ed urbanistico  ed è questo un ambito che, da regolamento, possiamo esaminare –  ha fatto notare il vicepresidente di Commissione Francesco Figliomeni (FdI) che ha sottolineato inoltre come è "gravissimo,  oltre al comportamento della maggioranza che il direttore generale intimi agli uffici di non partecipare". Di fatto la Commissione si è trovata senza documenti nè uffici cui chiedere approfondimenti tecnici. Una situazione singolare, al punto spingere il presidente Palumbo, ad annunciare l'intenzione di presentare una querela.

Atti secretati e trasparenza opacizzata

“La ‘casa di vetro’ dei cittadini è rapidamente sfumata ed il Campidoglio sta diventando un luogo sempre più opaco" ha invece sottolineato l'ex pentastellata Cristina Grancio, oggi esponente di demA e capogruppo del Misto in Campidoglio. La consigliera ha approfittato della commissione per tornare a chiedere l'accesso al parere "Avvocatura capitolina che fu chiesto dalla Sindaca per motivare l’azzeramento del percorso condotto dalla Giunta Marino". Venne secretato dalla Sindaca, sempre in ossequio alla trasparenza. Ma secondo Grancio, "non c’è alcuna ragione di tenerlo ancora segreto" quel documento. Tra l'altro l'ex grillina ha anche annunciato l'intenzione di presentare una delibera per l'annullamento della procedura di localizzazione del nuovo stadio, come richiesto da molte realtà associative presenti in commissione.

I prossimi step

Le valutazioni sul progetto urbanistico previsto a Tor di Valle, saranno oggetto di un futuro appuntamento in Aula Giulio Cesare. E' lì infatti che bisogna passare per votare la variante urbanistica. Opzione necessaria per costruire le cubature previste in un'area che, il Piano Regolatore, destina a verde e campi sportivi. Prima però sarà necessario conoscere il parere del Politecnico di Torino di cui, ad oggi, è circolata solo la bozza. Per conoscerne i contenuti il Campidoglio sembra intenzionato a convocare una conferenza stampa.

L'appuntamento in Campidoglio

L'indiscrezione è arrivata anche all'orecchio della Commissione Trasparenza che sarà quindi riconvocata "dopo che 
 la maggioranza avrà tenuto la conferenza stampa sullo stadio che, mi dicono – ha fatto sapere Marco Palumbo – sia prevista per domani". Senza che nessuno abbia prima visto i contenuti dell'attesissima relazione del Politecnico di Torino. Eventualmente, a questo punto, sarà possibile approfondirla dopo. Ammesso che, questa volta, non siano individuati altri "vizi di forma" nella convocazione della prossima commissione.

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e tutte le informazioni

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Torna su
RomaToday è in caricamento