Uno sponsor per l'erede di Spelacchio: il Comune di Roma a caccia di competitor per l'albero di Natale

Un avviso pubblico per procacciare "proposte di sponsorizzazione migliorative" rispetto a quella ricevuta. Le domande entro il 12 novembre

L'erede di Spelacchio arriverà grazie ad uno sponsor. E' quanto si evince da un avviso pubblicato dal Comune di Roma nel quale si rende noto che è arrivata una "proposta di sponsorizzazione tecnica per la realizzazione del tradizionale albero di Natale in piazza Venezia". Scopo dell'avviso pubblicato dal Comune è quello di ottemperare al regolamento per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni che prevede l'avviso pubblico per procacciare "eventuali proposte di sponsorizzazione migliorative, esclusivamente tecniche, da comparare a quella ricevuta". Quella arrivata sinora ha un valore dichiarato di 376.100,00 oltre all'Iva

"La sponsorizzazione", si legge nell'avviso, "ha per oggetto la realizzazione, senza alcun costo per l'Amministrazione, del tradizionale "Albero di Natale di Roma" dall'8.12.2018 al 6.01.2019. Le controproposte dovranno arrivare sul tavolo del Campidoglio entro il 12 novembre. A carico del vincitore sarà la selezione dell'albero di tipo naturale; il taglio, il trasporto, l'issaggio e il montaggio; la messa in sicurezza; gli allestimenti, gli allacciamenti e consumi elettrici; la decorazione, la pulizia e la sorveglianza. 

Il Comune di Roma prescrive anche delle caratteristiche. L'abete dovrà essere di tipo naturale. L'addobbo fatto solo con elementi legati alla tradizione decorativa degli alberi di Natale: rosso e argento i colori ordinati dal Comune. Il puntale non potrà recare riferimenti allo sponsor. Le luci dovranno essere a led con tonalità calda nelle ore serali. Sono consentiti si legge "effetti dinamici poco invasivi". 

Spelacchio è morto: ora il Comune vuole la verità

Lo sponsor potrà essere inserito su tre lati del basamento su quattro. Inoltre sempre lo sponsor potrà personalizzare 100 sfere dell'addobbo. Nella proposta potrà essere inserito anche uno schermo led dove, eventualmente, far comparire lo sponsor.

VIDEO | Spelacchio, la seconda vita parte dalla Val di Fiemme: "A giugno torna a Roma"

spe-2

Dopo le polemiche dello scorso anno, il Comune a trazione grillina per evitare una nuova figuraccia si era mosso per tempo pubblicando un bando pubblico. Lo scorso 16 luglio però, all'apertura delle buste, la scoperta del bando deserto. Ora si sceglie la strada della sponsorizzazione, battuta nella maggior parte delle città italiane ed europee. La proposta c'è. Ora se ne cerca una migliore. Spelacchio comunque avrà un degno erede. 

Per scoprire i nostri consigli sui regali di Natale clicca qui!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • IO Per 380.000 Euro ve lo porto in spalla da Zurigo a Roma. 380.000 euro... Ripeto, sti alberi secchi sò d'oro!!.

  • Cercano il fratello di Spelacchio, Calvizio

  • Dio volesse che per sbaglio, dopo anni e anni di alberi tristi e mortiferi, finalmente avessimo un albero decente! Mai perdere la speranza.

Notizie di oggi

  • Politica

    Ama, finisce l'era Bagnacani: Raggi cambia per la quarta volta i vertici dell'azienda

  • Cronaca

    Manuel Bortuzzo: la forza di non arrendersi mai, inizia la riabilitazione. Il video messaggio

  • Politica

    Occupazioni, iniziato il 'trasloco' delle famiglie di via Carlo Felice

  • Cronaca

    Ciampino: tragedia sul lavoro, si ribalta con il bobcat. Morto un uomo

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

  • Bambina di 22 mesi in ospedale con traumi alla testa, è grave. Arrestato il compagno della madre

  • Bambina picchiata dal compagno della madre: morsi e ferite alla testa, resta in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento