"Prima le buche, poi i vitigni": flash mob in Campidoglio per la sicurezza stradale

Sfidando il caldo estivo un gruppo di attivisti di Fratelli d'Italia ha manifestato per chiedere d'investire sulla sicurezza stradale

"Cittadini con lo spray. Raggi perchè le buche non le tappi mai?". Lo slogan è ribadito anche nei cartelli che, alcuni attivisti di Fratelli d'Italia, giovedì 17 hanno esibito in Campidoglio. 

Prima le buche poi i vitigni

Segnalare le buche con lo spray non è solo un gesto provocatorio. E' anche il chiaro segnale, da parte dei cittadini preoccupati, che bisogna investire sulla manutenzione stradale. E' un modo per ribadire che quella è una priorità.  E come tale va trattata, magari sacrificando altre iniziative. "Oggi abbiamo appreso che Raggi si preoccupa di mettere vitigni in alcune zone della città  – hanno osservato il capogruppo di FdI Andrea De Priamo  insieme alla consigliera capitolina Lavinia Mennuni ed al capogruppo regionale Fabrizio Ghera – Nonostante tutta l'attenzione che abbiamo sul tema del decoro pensiamo che il sindaco debba prima di tutto dare risposta sulle emergenze come la manutenzione stradale".

Un quadrante paralizzato

A margine del sit-in inscenato davanti i turisti arrivati in Campidoglio, i dirigenti di Fratelli d'Italia hanno fatto il punto delle situazioe.  "Siamo di fronte ad una condizione di assoluto degrado, in particolare sulla manutenzione urbana. Ieri - hanno fatto notare De Priamo Mennuni e Ghera - abbiamo assistito alla contestuale apertura di circa 10 cantieri in 2 quartieri, da via Damiano Chiesa alla Galleria Giovanni XXIII passando per via Trionfale: tutte arterie fondamentali chiuse in contemporanea paralizzando il quadrante. L’inadeguatezza dei 5 Stelle emerge, ancora una volta, in tutta la sua evidenza. Una giunta immobile che delibera nessun provvedimento concreto per la Capitale mentre Roma crolla".

Il motivo del sit-in

"Abbiamo manifestato in piazza del Campidoglio per denunciare la grave situazione in cui versano le strade capitoline, tra cantieri che non partono, bandi di gara bloccati e non aggiudicati, e fondi non spesi come nel caso della mancata riqualificazione di piazza Venezia. Abbiamo già presentato un esposto alla Procura per quanto riguarda il Municipio di Ostia, e se la situazione non vedrà risposte proseguiremo in ogni Municipio con un’opera di dossieraggio per denunciare la situazione di grave pericolo per i cittadini". Nel frattempo, sfidando il torrido caldo d'un pomeriggio di piena estate, è arrivato il sit-in davanti palazzo Senatorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento