Protestano i vigilantes di Palazzo Fendi pagati 5 euro l'ora: "Così il lusso sfrutta i lavoratori"

Il cartello degli addetti alla sicurezza che lavorano per una società esterna: “Con questi stipendi mi of-Fendi”. Il blitz nel corso della presentazione del saggio 'I consumati. Siamo uomini o merci?'

“Con questi stipendi mi ofFendi” – questo il cartello esposto dagli addetti alla sicurezza di palazzo Fendi in un blitz alla libreria Odradek di via del Banchi Vecchi dove era in corso la presentazione del libro edito da Massari 'I consumati. Siamo uomini o merci?' di Marco Ferri e Francesco Iacovone. 

La protesta dei vigilantes di Palazzo Fendi

L’incontro sul saggio che indaga il mondo del commercio, le strategie di marketing nella distribuzione moderna, la logistica, con un focus sulla condizione materiale dei dipendenti e il loro rapporto con i clienti, è stata l’occasione per i vigilantes del Palazzo della Civiltà Italiana per accendere ancora una volta i riflettori sulle loro condizioni. 

Gli addetti alla sicurezza e centralinisti del Colosseo Quadrato, sede della multinazionale del lusso, dopo essere stati licenziati dalla loro vecchia azienda sono infatti stati riassunti da una nuova società appaltatrice “con condizioni salariali peggiori e con modalità operative fuori dalla norma in materia di orari, sicurezza sul lavoro e modalità di comunicazioni delle turnazioni” – aveva denunciato il Cobas intraprendendo una causa per presunta “interposizione di manodopera”. 

Da qui la mobilitazione con il sindacato a chiedere a Fendi di assumere direttamente i lavoratori coinvolti, una ventina in tutto. 

Fendi, la crisi di centralinisti e vigilantes: "Nel palazzo del lusso lavoratori pagati 4 euro l'ora" 

Scioperano vigilantes e centralinisti del Colosseo Quadrato

Ieri, dopo la mobilitazione dei mesi scorsi, lo sciopero a sorpresa di 24 ore che ha lasciato il Colosseo Quadrato senza vigilantes e centralinisti. 

Sciopero a sorpresa: Palazzo Fendi resta senza vigilantes e centralinisti 

Nel tardo pomeriggio il blitz alla Odradek. ''In totale si tratta di 20 lavoratori che hanno subito un cambio appalto e oggi guadagnano meno di 5 euro l'ora - spiega Francesco Iacovone, dirigente sindacale dei Cobas - a Roma l'adesione allo sciopero è stata totale e sono state bloccate le normali attività di vigilanza di palazzo Fendi. Abbiamo voluto portare la protesta anche in questa sede - osserva Iacovone - per denunciare ancora una volta che anche il lusso sfrutta i lavoratori e li rende consumati''. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento