Viale del Caravaggio, lo sgombero senza alternative fa paura. Il Comune: "Bonus casa soluzione concreta"

Corsa contro il tempo per evitare l'arrivo dei blindati nelle palazzine di Tor Marancia. Sulla soluzione del Campidoglio critici i movimenti: "Mancano le case"

L'occupazione di via del Caravaggio

L'occupazione di via del Caravaggio in cima alla lista degli sgomberi. Così per le due palazzine di Tor Marancia dove al momento vivono 120 famiglie, per un totale di 271 persone e una settantina di bambini, è corsa contro il tempo per trovare soluzioni alternative concrete e reali al fine di scongiurare l'arrivo dei blindati e lo scenario già visto durante le operazioni di via Cardinal Capranica

Sperano in un epilogo diverso gli occupanti di via del Caravaggio dove da settimane si vive barricati. Non bastano rassicurazioni e la promessa di bonus casa per le famiglie fragili. 

Occupazione viale del Caravaggio: bonus casa di 500 euro

Il Campidoglio lo scorso 9 agosto ha approvato una delibera che stabilisce un contributo economico mensile per l'affitto di una casa fino a 516 euro per 4 anni destinato a nuclei in condizione di fragilità, con particolare riguardo a nuclei familiari anche monoparentali con figli minori o con componenti over 65 o che abbiano disabilità accertata che comporti una grave riduzione permanente della capacità lavorativa. 

"Oltre al reperimento autonomo degli alloggi da parte delle persone - ha fatto sapere il Campidoglio - per facilitare l'applicazione della misura il Dipartimento patrimonio e politiche abitative si sta attivando per individuare appartamenti disponibili attraverso avvisi esplorativi rivolti a pubblici e privati". 

Sgomberi, avanti con viale del Caravaggio: in Giunta la delibera con il bonus casa per le famiglie fragili

Il Campidoglio: "Soluzione alternativa dignitosa"

E' questa, per il Comune, la strada per "affermare un modello che superi il concetto di sgombero a favore di una liberazione degli immobili occupati abusivamente che assicuri, sempre e comunque, soluzioni alternative dignitose per tutte le persone in accertata condizione di fragilità, in particolare garantendo la continuità scolastica a tutti i bambini". 

Una posizione ribadita ieri in occasione dell'incontro con i rappresentanti dei sindacati e dei movimenti per il diritto all'abitare che però restano scettici sull'alternativa data. 

Viale del Caravaggio, i Movimenti: "Mancano le case"

"Al momento non ci sono soluzioni alternative" - ha commentato a margine del tavolo Paolo Di Vetta, in rappresentanza dei movimenti per il diritto all'abitare. 

"Il Comune ha pronta solo una delibera ad hoc, che deve ancora essere pubblicata, e che fissa un contributo massimo per l'affitto di 516 euro a famiglia, ma comunque non ci sono le case disponibili al momento".

Così per lo stabile ex Armellini, per il quale i giudici di primo grado hanno stabilito con sentenza anche l'esecutività immediata dello sgombero, con il Prefetto Gerarda Pantaleone che non potrà non tenerne conto, il tempo è tiranno. 

Giovedì l'incontro in Prefettura su sgombero Caravaggio

Giovedì in via IV Novembre si terrà un nuovo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica proprio sul tema dello sgombero di via del Caravaggio. Da li emergeranno posizioni più chiare: se sgombero immediato o intervento rimandato in attesa che le soluzioni alternative teoriche si facciano più concrete. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Maltempo a Roma, un'altra strage di alberi: strade chiuse e auto schiacciate dai rami 

Torna su
RomaToday è in caricamento