Ex Penicillina: via gli occupanti, Raggi firma l'ordinanza per lo sgombero

L'ordinanza della sindaca prende atto della "inagibilità dello stabile dichiarata nel 2011 dalla Commissione per la sicurezza statica degli edifici privati"

L'ex fabbrica Penicillina, di via Tiburtina 1040, sarà presto sgomberata. La Sindaca Virginia Raggi ha firmato l'ordinanza di sgombero dello stabile della periferica di Roma. Una decisione presa "a tutela della salute e della pubblica incolumità" e che prevede "l'allontanamento delle persone a qualunque titolo presenti".

Lo stabile, di proprietà della I.S.F. Industria Farmaceutica Srl, ospita circa 500 persone tra richiedenti asilo e rifugiati. Tutti vivono in condizioni estreme  tant'è che l'ordinanza, firmata lunedì 27 novembre, prende atto della "inagibilità dello stabile dichiarata nel 2011 dalla Commissione per la sicurezza statica degli edifici privati".

Salvini: "Basta, edificio da sgomberare"

Il provvedimento ordina alla proprietà di "provvedere alla messa in sicurezza" delle strutture. In particolare l'ordinanza chiede di presentare "entro 30 giorni uno specifico progetto" relativo alle strutture "prospettanti la via Tiburtina, per le quali potrebbe sussistere pericolo per la pubblica incolumità data la prossimità" della strada. 

L'ordinanza dispone anche che il Simu, "dopo l'allontanamento delle persone", provveda "all'immediato rispristino delle chiusure con i mezzi idonei a impedire l'accesso dai varchi adibiti a transito carrabile e pedonale". 

"Roma ha fatto la propria parte, ora spero che gli altri soggetti facciano quanto necessario per evitare che venga rioccupata di nuovo, è già la terza volta che sgomberiamo, c'è quindi bisogno che ognuno faccia la sua parte per evitare il riproporsi di uno schema visto e rivisto", ha commentato Raggi.

Nelle ultime settimane gli eventi intorno alla struttura si sono succeduti. Prima il ritrovamento di uno degli arrestati, accusati dell'omicidio di Desirée Mariottini, trovato mentre si nascondeva tra i giacigli di fortuna del plesso, quindi l'episodio in cui un ragazzo senegalese è stato scaraventato nella tromba delle scale da un altro immigrato, tuttora ricercato, poi l'aggressione a una troupe Rai della trasmissione Storie Italiane

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ci passo tutti giorni... Come si a pensare a ristrutturarlo?? Demolendo si può costruire con le normative moderne, di qualità e con minore spesa, anche se io, e come tutto il quartiere adiacente vorrebbe che qui sorgesse un parco giochi o altrr attività per tutta la comunità.

  • Abito nel quartiere esattamente sul lato opposto al palazzo in questione e sono preoccupato in realtà che queste persone, un volta sgomberate senza un’alternativa, inizino a riversarsi nel quartiere appunto, cosa che hanno già in realtà iniziato a fare nel parco vicino la scuola elementare. Aggiungo anche che quell’ecomostro sta messo così da una vita, sgomberato anche in altre occasioni, ma credo che fino a quando non verrà demolito del tutto questa storia non avrà fine.

  • non basta. deve essere demolita.

Notizie di oggi

  • Politica

    Rifiuti, la Roma a Cinque Stelle prigioniera dei no: la resa alle proteste dei territori blocca le soluzioni

  • Attualità

    Metro A: la stazione Barberini riaperta completamente, Spagna solo in uscita

  • Incidenti stradali

    Incidente a Tor di Quinto, con l'auto contro un albero: morto un 28enne

  • Politica

    "Piano pullman è grande rivoluzione. Ora per il Centro valutiamo Ztl fino alle 20"

I più letti della settimana

  • Neve e gelo, Roma si prepara: ecco le istruzioni della sindaca Raggi

  • Metro A: guasto agli impianti, chiuse le stazioni Barberini e Spagna

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Ubriaco perde il controllo dell'auto e finisce sulla scalinata di piazza di Spagna

  • Blocco traffico Roma: domani stop ai veicoli più inquinanti ed ai diesel euro 3

  • Incendio via Salaria: bruciano i rifiuti del TMB, nube di fumo su tutta Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento