Stop a sgomberi e sfratti, i movimenti occupano i municipi: "Parte l'assedio della rabbia"

La galassia di associazioni e realtà sociali interessate dal problema dell'emergenza abitativa ha occupato i municipi capitolini: "Non permetteremo a nessuno di toglierci la dignità". Il 12 grande manifestazione in Campidoglio

Si sono dati appuntamento alle ore 11, fuori dai cancelli dei Municipi. Raggiunte le sedi istituzionali, hanno srotolato striscioni e mostrato cartelli. “Cambiano le poltrone ma non cambia la politica” si legge davanti all’ingresso del Municipio I. “Comune e Regione…sotto il ponte dell’amministrazione” è stato ricordato a piazza Cinecittà, dove ha sede il Municipio VII. Gli attivisti dei Movimenti per il diritto all’abitare, per lanciare una manifestazione prevista per la prossima settimana, si sono dati da fare.

LA RISPOSTA DELLE ISTITUZIONI - “Alla base della clamorosa iniziativa - spiegano i Movimenti -  la contestazione al vergognoso piano caso di Renzi e Lupi, con l'esclusione dal diritto di residenza degli occupanti per necessità e la vendita delle case popolari italiane. C'è anche un altro tema, che negli ultimi mese ha messo a repentaglio centinaia di realtà sociali: le minacce di sgombero proferite da Tronca. Un quadro che, nell'insieme, ha stravolto con un colpo di mano la delibera regionale per l'emergenza abitativa. Con questo provvedimento, passato un paio di mesi fa, la Regione "riconosce il diritto ad un alloggio popolare a coloro che sono nella graduatoria generale  e a chi vive nei residence e nelle occupazioni, previa verifica dei requisiti da parte del Comune" ricordano in un'altra nota i Movimenti.

I NUMERI DELL'EMERGENZA ABITATIVA - Action, tra le realtà presenti all'occupazione simbolica che si è tenuta nella mattinata di giovedì 5, ha ricordato che “sono 8mila le famiglie in lista per una casa popolare” mentre sono  “5mila quelle ospitate nei residence comunali e 6mila le famiglie che occupano immobili della grande proprietà immobiliare”. Sempre restando sui numeri “sono 30mila i provvedimenti di sfratto e migliaia le case pignorate dalle banche”. Cifre importanti. "Questa – ribadisce Action – è l’umanità a cui il Commissario Tronca ha deciso di fare una dichiarazione di guerra. Una guerra contro i poveri e il diritto alla casa”. A fronte di questa situazione, i territori sono chiamati a prendere parola su questi infami provvedimenti, in vista della grande manifestazione del 12 maggio, quando il Campidoglio verrà assediato dalla rabbia"”.

LA SOLIDARIETA’ DEI MUNICIPI – I presidenti del Municipio VII e VIII hanno immediatamente solidarizzato con l’iniziativa dei movimenti per il diritto all’abitare. “Il primo passo per risolvere l’emergenza, è l’attuazione della delibera regionale  da parte del Comune di Roma – spiega la Presidente Susi Fantino -  In una situazione  ormai inaccettabile, insieme ai cittadini, il Municipio VII, si appella alle forze politiche locali e nazionali, per una proroga degli sfratti in corso, in attesa che si giunga ad una abrogazione del decreto Lupi e all’utilizzo delle risorse messe in campo dalla Regione Lazio, per il superamento dell’emergenza abitativa,  nel rispetto dei diritti fondamentali delle persone”. Contro il Decreto Lupi si scaglia anche il Presidente Catarci e l’Assessore Marotta “I Municipi si trovano a confrontarsi in un quadro generale di trasformazione delle norme di riferimento che a seguito del cosiddetto Decreto Lupi del 2014 consegna le città al rischio di una vera e propria devastazione sociale.C’è la necessità di insistere sull’abrogazione di questi dispositivi normativi e di procedere alla costruzione di un percorso condiviso tra tutti i Municipi”. A tal riguardo la Presidente Fantino ha  oggi anche annunciato la propria partecipazione “all’incontro dei movimenti del diritto all’abitare previsto per giovedì 12 maggio 2016 alle ore 15,00 in piazza del Campidoglio”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Daniele Ex
    Daniele Ex

    Un premio all'illegalità, che i buonisti chiamano emergenza abitativa! Ancora con queste storie...ma quando ci svegliamo!? Graduatoria e si attende: tutti fuori!

  • Alla faccia dei fessi in lista d'attesa.

  • Ma senti da che pulpito parte la frase :"Cambiano le poltrone ma non cambia la politica” quando la loro è la stessa da decenni ormai, ovvero quello di evadere e delinquere , abusivismo e spaccio.....le classiche storie che ,conosciamo tutti bene, girano attorno a questi movimenti. 1) L'edilizia popolare in vent'anni ha svenduto più di 190 mila alloggi....ma se loro andassero a lavorà stò problema nun c'era , troppo bello rimanè in una casa occupata a spaccià...c4zz0 je frega. 2) Le case popolari andrebbero assegnate a famiglie ITALIANE REGOLARi , nel senso che lavorano,pagano tasse ed hanno figli, NO ai classici borgatari delle classiche case popolari che non dichiarano niente e vanno in giro con mila e mila euro de vestiario , macchine , telefoni etc. etc. Ma questi tutti a Roma vogliono stà e a gratis ?!? ma perchè i pendolari che vengono quotidianamente da tutte le parti del Lazio a LAVORARE a Roma che sò più c0j0n1 ?!? Andassero fuori Roma....se stà pure meglio. Loro parlano del diritto all'abitare , ma chiedetelo a tutti quelli che abitano vicino a queste occupazioni che gran diritto all'abitare hanno...un degrado che nemmeno a Sarajevo se vedono cose simili , 3/4 degli abitanti sono tutti stranieri clandestini che se ne possono pure tranquillamente tornà a casa loro , che l'emergenza sale sì se si accodano pure ste sanguisughe. Io lavoro per lo stato ho un distinto stipendio ed una casa , dopo anni e anni di mutuo. Però se mi dovessi iscrivere alle liste delle case popolari (nonstante abbia figli ) hanno la precedenza sti morti de fame che non fanno un emerito c4zz0 dalla mattina alla sera , apparte che fà figli che li mantengono poi...non voglio essere ripetitivo. Ma quanto sò stupidi questi de sti movimenti ?!? Ma non lo leggono che anche le case popolari vengono occupate ?!? E si guardi a Tor bella monaca come Cinquina , Corviale e compagnia bella....quindi il problema persiste. Caro Fabio Grilli, ormai è chiaro a tutti che tu sei no di parte....di più. Maggior parte dei tuoi articoli parlano de sti movimentelli e delle loro lotte don chisciottesche che portano avanti, con risultati del tutto opinabili. Si parla della manifestazione di action nel VII municipio , dove anch' io risiedo , ed è a tal proposito che te ne posso parlare all'infinito dello schifo che fanno le occupazioni dentro a questo municipio che non sono solo abitative ma anche cessi a-sociali e pseudo-punti di ritrovo per il quartiere....che se non sei dalla loro parte sei un fascio e quindi devi stare alla larga dai loro "circoli" perchè loro sì che rappresentano la democrazia...'mazza . Eh se permettono pure er lusso de fà le liste di quanti sono...ma se un giorno gli si presenta il conto di quanto hanno evaso da quando hanno occupato ad oggi ?!? Poi il criminale è Tronca che invece vuole combattere sti furbetti da 4 soldi . Come scrissi già in passato , si vada a vedere quante e che belle case tengono gli esponenti di action ed i vari movimenti per la casa.... In ossequio al popolo lavoratore Italiano . Il resto è monnezza !!!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla via Aurelia: frontale tra auto, due morti ed un ferito grave

  • Politica

    Ama, dipendente denuncia disagi. L'azienda lo licenzia: "Falso"

  • Cronaca

    A San Lorenzo si spara per sanare offese. Fermato l'uomo che ha gambizzato un imprenditore

  • Politica

    "Guardare vecchi film è feticismo", Raggi silura la consigliera Guerrini

I più letti della settimana

  • Crollo a Balduina: frana una strada, inghiottite le auto parcheggiate. Evacuate 20 famiglie

  • I 5 migliori arrosticinari a Roma

  • Incidente sul Raccordo: scontro tra quattro auto, una prende fuoco. Traffico in tilt

  • Studente 15enne scomparso, l'appello dei familiari: "Aiutateci a trovarlo"

  • Blocco traffico: a Roma domenica 25 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Incidente a San Giovanni: investito da automedica, morto un uomo

Torna su
RomaToday è in caricamento