Le Sardine tornano a sfidare Salvini: il 16 febbraio a Roma manifestazione in piazza Santi Apostoli

Litigi a parte, torna il tempo della protesta. Fra dieci giorni le Sardine risfidano Salvini. In parallelo infatti si terrà il raduno leghista all'Eur

Sardine a San Giovanni (Foto Ansa)

Le Sardine romane tornano in piazza ancora in chiave anti Salvini. L'appuntamento, a due mesi dall'esordio in piazza San Giovanni, è per domenica 16 febbraio, dalle 17 alle 19, a piazza Santi Apostoli. Quando in contemporanea, dall'altra parte della città, si incontreranno i leghisti all'auditorium Del Massimo all'Eur.

"Piazza San Giovanni andava arditamente riconquistata con entusiasmo e allegria, ma il ritrovo di quella comunità era solo un punto di partenza - scrivono in una nota - il tour nelle periferie romane iniziato l'11 gennaio 2020 continuerà, ma in questo momento, un nuovo pericolo si profila per la Capitale". E allora il mare di pesci che si è opposta ai sovranisti in Emilia Romagna, di fatto contribuendo a fermarne l'ascesa, ora si occupa di Roma. 

"Con tracotanza e arroganza, la parte sovranista del Paese calerà a Roma, ma le Sardine sono pronte a scendere un'altra volta in piazza per contrastare l'ondata di odio" continuano gli attivisti. Pronti a "mettere in fuga" Salvini "con gli antidoti di ascolto, tolleranza e solidarietà". 

Chiarimenti dopo la scissione

Intanto in parellelo si fa chiarezza in merito allo strappo avvenuto nel gruppo, un primo litigio che ha messo i militanti al centro di pesanti critiche. Di pochi giorni fa infatti la scissione annunciata dal primo portavoce romano Stephen Ogongo, già noto per l’apertura a Casapound. Una decisione presa dopo l’incontro che i fondatori delle Sardine di Bologna  hanno avuto con Luciano Benetton, un colloquio che lo stesso ha definito "sbagliato e inopportuno". 

Una posizione quella di Ogongo che in realtà non è stata condivisa da tutti anzi. Oltre duemila attivisti, hanno abbandonato la prima fanpage "Sardine di Roma" e ne hanno lanciata un'altra nominata "6000 Sardine Lazio". Dove oggi oltre a lanciare la manifestazione del 16 febbraio, ci tengano a precisare con un lungo post che il gruppo romano "ha subito un grave attacco da parte di un singolo e pochi altri accoliti, che stanno spaccando in mille pezzi un gruppo di 146.000 persone circa". E ancora, scrivono, "in questo modo hanno deliberatamente attirato sulle Sardine tutte, un'attenzione mediatica negativa. Migliaia di persone sono confuse, arrabbiate e in balia degli eventi. Si sta cercando di rimettere ordine e di risolvere una situazione assai complessa". 

La piazza del 16 febbraio potrebbe rivelarsi anche un'occasione di pace. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 2754 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

  • Coronavirus: a Roma e provincia 7 nuovi contagi. Positiva al Covid19 famiglia proveniente dagli Usa

Torna su
RomaToday è in caricamento