Matteo Salvini in via Tiburtina: "L'ex Penicillina ancora libera, pulita e non occupata"

Il ministro dell'Interno si presenta al ghetto e attacca la Raggi: "Invito il sindaco di Roma ad occuparsi di strade, case e scuole"

Punto dalla Raggi, Matteo Salvini non si sottrae allo scontro. La notizia della rioccupazione della ex Penicillina, sgomberata appena prima di Natale, diventa un nuovo motivo di frizione con la prima cittadina della Capitale. Dopo i vigili del gruppo SPE, mandati dalla sindaca Raggi, sulla Tiburtina si è presentato lui stesso, pronto a smentire l'eloquente video dell'Agenzia Dire che ieri mostrava la rioccupazione dell'ex fabbrica, diventata negli anni ghetto occupato da centinaia tra italiani e migranti senza fissa dimora.  

Il ministro dell'Interno ha voluto verificare di persona e al termine della sua verifica non si è fatto mancare la solita diretta. "Siccome io voglio verificare con mano le cose", esordisce Salvini, "alle mie spalle vedete lo stabile della ex Penicillina l'enorme fabbrica abbandonata e occupata fino a poco tempo fa da migliaia di immigrati abusivi, che ne combinavano di tutti i colori: spaccio, droga furti, rapine e violenze sessuali. Ieri il sindaco di Roma ha detto che era di nuovo occupata, ma io ho sentito il questore e ho sentito il prefetto perchè se le cose le facciamo, le facciamo bene, controlliamo che siano verificate. E' per questo che sono tornato qua e alle mie spalle c'è questo enorme stabile che è ancora libero, pulito, non occupato".

Nella diretta Salvini mostra, riprendendola, la recinzione messa a protezione del palazzo. Proprio lì i residenti prima e il video poi avevano segnalato dei pertugi nei quali avevano trovato passaggio diversi occupanti. A riprenderli, ieri, l'Agenzia Dire. Un video che aveva trovato l'affondo della sindaca Raggi. 

Smentita l'occupazione (però ben visibile nel video di ieri, ndr), Salvini torna ad attaccare la prima cittadina, rea a suo dire di non aver verificato l'effettiva rioccupazione della struttura: "Quindi invito il sindaco di Roma, come altri sindaci, a occuparsi bene delle strade, delle case, delle scuole, delle loro città e a non diffondere notizie prive di qualsiasi fondamento". Un invito già fatto immediatamente dopo i fatti della Magliana, quando dopo un agguato il M5s capitolino, capitanato dalla sindaca, aveva fatto piovere sul vicepremier una gragnola di tweet per mantenere la promessa dei poliziotti per Roma. All'epoca Di Maio si arrabbiò con la sindaca che dopo la diretta di Salvini, continuò nel suo affondo. 

Salvini poi, parlando con i giornalisti, manda un messaggio ancora più chiaro: di poliziotti a Roma "ne sono arrivati e ne arriveranno centinaia. A Roma ci sono 5mila uomini della Polizia locale, che li valorizzi meglio, che li usi meglio, che li distribuisca meglio. Io per carità, più che assumere 8mila tra poliziotti e carabinieri in un anno solo, non riesco a fare. Diversi verranno a Roma però, il sindaco faccia il sindaco".

Intanto dopo l'operazione di questa mattina, la polizia locale di Roma capitale fa sapere che all'interno sono state trovate due persone, un cittadino del Gambia e uno della Nigeria. Entrambi sono stati accompagnati presso gli uffici della Questura di via Patini per le consuete procedure di fotosegnalamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento