Roma Metropolitane, l'Aula sblocca 5 milioni di euro: arrivano soldi per stipendi e bollette

Si tratta del riconoscimento della legittimità di un debito fuori bilancio oggetto di contenzioso tra Roma Capitale e la società

Un presidio di protesta dei lavoratori di Roma Metropolitane (Immagine di repertorio)

Una corsa contro il tempo. È un consiglio comunale convocato d’urgenza quello che nel pomeriggio di oggi ha approvato la delibera che riconosce a Roma Metropolitane la legittimità di un debito fuori bilancio pari a circa 5 milioni di euro. Una decisione che arriva a poche ore di distanza dal termine di scadenza del Durc della società, il documento unico di regolarità contributiva che serve a certificare la regolarità dei versamenti dei contributi previdenziali senza la quale non è possibile ricevere pagamenti.

Lo sblocco dei pagamenti arriva quindi ad un passo dalla paralisi per la società che si occupa di progettare e realizzare le infrastrutture trasportistiche della capitale, con circa 170 lavoratori senza stipendio ormai da una settimana. “Ci dovevano pagare il 27 giugno scorso” spiega Daniela Orlando, rappresentante sindacale della Filt Cgil. “Non ci è stata versata nemmeno la quattordicesima. Inoltre nelle casse della società non ci sono più soldi: domani è l’ultimo giorno utile anche per pagare le bollette, poi ci taglieranno la luce”.

La delibera, che porta la firma dell’assessora alla Mobilità Linda Meleo, prevede il riconoscimento della legittimità di un debito fuori bilancio pari a quasi 5 milioni di euro (4.983.712,05 euro per la precisione). Una prima tranche relativa a fatture emesse da Roma Metropolitane fino al 28 febbraio del 2014, oggetto di contenzioso tra Roma Capitale e la società di servizio, riconosciute come legittime dal Tribunale civile fin dal 16 aprile 2018, con sentenza numero 7707. La delibera rappresenta una variazione al bilancio di previsione 2018-2020.

Ne arriveranno altre. “Siamo consapevoli che ci sono altri debiti fuori bilancio che riguardano contenziosi con Roma Metropolitane” ha specificato l’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti, presente in Aula. “Non appena avverranno questi riconoscimenti” ha poi aggiunto “si potrà proseguire anche all’approvazione dei bilanci della società degli scorsi anni”. 

La delibera è stata approvata a tappe forzate. Il 28 giugno scorso l’approvazione da parte della Giunta Raggi, stamattina in commissione Bilancio e Mobilità. Nel pomeriggio in Aula Giulio Cesare. A chiedere di anticipare di 24 ore la discussione della delibera dal consiglio comunale, inizialmente in programma per domani, giovedì 5 luglio, il gruppo del Partito Democratico, nel corso di una commissione capitolina di lunedì. “Il provvedimento” hanno spiegato in una nota “si è reso necessario per permettere il pagamento degli stipendi dei lavoratori e delle utenze, fortemente a rischio”. Dopo l’approvazione all’unanimità della delibera, infatti, è seguito il via libera che ha concesso immediata esecutività al provvedimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

  • Incidente sulla Tiburtina, scontro tra una Panda e un bus Cotral: due morti

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

Torna su
RomaToday è in caricamento