Capannelle, grande successo per Roma Champions Day: "Comune di Roma assente. Aspettavamo segnale di vicinanza"

Il direttore generale di HippoGroup Roma Elio Pautasso: "Peccato per l’assenza delle istituzioni, Roma Capitale e il Mipaaft, dal quale ci si aspettava un segnale di vicinanza in un momento così delicato per l’ippica italiana"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

È stata una grande giornata dedicata all’ippica quella che Domenica 4 novembre ha animato l’Ippodromo Capannelle, tornato al centro dell’attenzione di tutto il mondo ippico con il Roma Champions Day. Malgrado una giornata non particolarmente propizia dal punto di vista atmosferico, l'evento organizzato da Hippo Group Roma ha richiamato a Capannelle una nutrita schiera di appassionati, a conferma della grande concentrazione di qualità, valenza tecnica, spettacolare, strategica ed emozionale. 

"Non possiamo che essere entusiasti di questa prima edizione del Roma Champions Day, una giornata riuscita magnificamente malgrado le condizioni atmosferiche - le parole del direttore generale di HippoGroup Roma Elio Pautasso -. Peccato solo per l’assenza delle istituzioni, Roma Capitale e il Mipaaft, dal quale ci si aspettava un segnale di vicinanza in un momento così delicato per l’ippica italiana".
Da segnalare il ritorno alle Capannelle, accolto sempre con grande entusiasmo dai fedelissimi, di un'altra leggenda del galoppo, l'immenso fantino Lester Piggott, uno dei più grandi fantini di tutti i tempi, al quale è stato reso omaggio con una premio consegnato da Elio Pautasso.

Dal punto di vista strettamente tecnico, si sono registrati risultati di grande rilievo.

Premio Lydia Tesio Sisal Matchpoint

Faro indubitabile dell'odierno Roma Champions Day è stato il Lydia Tesio, gruppo 1 riservato alle femmine di tre anni ed oltre sul doppio chilometro, attualmente unica corsa in Italia a potersi fregiare di tale status nel calendario europeo pattern ed alla quale dobbiamo aggrapparci per rimanere nel salotto buono del turf che conta. Le abbondanti piogge cadute in questi giorni hanno reso molto pesante lo stato del terreno, penalizzando la favorita Well Timed e favorendo l'inglese God Given (Nathaniel), in sella alla quale Jason Watson, ha tenuto a bada i tentativi di rimonta di Nyaleti e Snowy Winter, rispettivamente seconda e terza.

Premio Carlo e Francesco Aloisi Concessionaria Fiori

La prova per velocisti di due anni e oltre sui 1200 metri corsa nel ricordo di Carlo e Francesco Aloisi, ha visto brillare in modo incontrovertibile, con un percorso d'avanguardia dal primo all'ultimo metro nelle mani di Salvatore Basile, la freccia Charline Royale (Zebedee), mai seriamente avvicinata dagli avversari, tra i quali – e non poteva essere altrimenti – emergeva il puntualissimo Zapel, al terzo posto d'onore in questa corsa, davanti a The Conqueror, con la detentrice My Lea risalita tardivamente a completare il quadro. Vittima del terreno estremo era invece il co-favorito Ipompieridiviggiù.
 

Premio Ribot Memorial Luciani

Alla pattern dedicata al più grande cavallo di tutti i tempi si abbina il ricordo di Lollo Luciani, personaggio che ha dato lustro all'ippica italiana. Il Ribot è stata un'autentica passeggiata di salute per lo stacanovista di Mark Johnston, Masham Star (Lawman), apparso un motoscafo al cospetto dei rivali tra i quali Villabate l'ultimo ad arrendersi, precedendo il grigio Wiesenbach e Wait Forever, tutti ben intervallati.

Premio Roma Gbi Racing

Cinque soli partenti nel premio Roma ma corsa molto combattuta, risolta di forza dall'ospite tedesco del Team Valor, Va Bank (Archipenko), allenato da Andreas Wohler e ben sostenuto da Eduardo Pedroza per respingere fin sul palo i reiterati assalti di Dario Vargiu in sella a Presley, con il favorito Anda Muchacho bene in corsa fino all'epilogo ma solo terzo davanti al vincitore del Repubblica, Royal Julius.
 

Premio Guido Berardelli

La corsa riservata ai 2 anni con ambizioni classiche, ricorda in Guido Berardelli il presidente storico dell’Unire, volano dell’ippica italiana dal dopo guerra fino agli inizi degli anni 80. Vittoria agevole per Atom Hearth Mother (Rock of Gibraltar), bravo a debellare la coriacea resistenza di Armageddon e dell'iniziale leader San Gregorio. Non andava oltre il quarto posto il caldo favorito Chestnut Honey.

“Premio le Signore dell’Ippica”

Particolarmente apprezzato il “Premio le Signore dell’Ippica” dedicato alle eccellenze al femminile del mondo del cavallo nei più disparati settori. Questi i nomi delle premiate in occasione del Roma Champions Day: Elena Villani, Maria Cristina Pansini, Enrica Baragiola, Eva Crosetta e Ilaria Vecchi.

Tra gli eventi collaterali, grande successo anche per la rassegna VINO e OLIO in FESTA 2018, Street Farm Food, Laboratori, Pic Nic e Musica Popolare, tornata a grande richiesta dopo il successo delle edizioni. Oltre 80 produttori agricoli ed artigiani, laboratori per grandi e piccini, street farm food cioè il “cibo contadino di strada”, show-cooking, degustazioni, pic nic autunnale e musica popolare, per l'evento giunto ormai alla sua 4^ edizione, organizzato dal Mercato Contadino Castelli Romani in collaborazione con la Federazione Italiana Sommelier (FISAR: delegazione Roma e Castelli Romani) e il Centro Assaggiatori produzioni olivicole Latina (CAPOL) – con tanti laboratori per grandi e piccini, street farm food cioè il “cibo contadino di strada”,  show-cooking, degustazioni, pic nic autunnale e musica popolare. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Prati: albero cade su auto in sosta, i rami fanno crollare il balcone di un palazzo

  • Cronaca

    VIDEO | Ecco chi erano gli "Intoccabili" del Tufello: i nomi degli arrestati

  • Politica

    VIDEO | Ex Penicillina, aggressione in diretta alla troupe della Rai di Storie Italiane

  • Cronaca

    VIDEO | "Non stavamo saltando sulla scala mobile": le immagini choc dei tifosi del Cska Mosca nella metro

Torna su
RomaToday è in caricamento