Rifiuti, è un tutti contro tutti. Salvini: "Comune e Regione non si sono mossi per tempo"

Fuoco incrociato di polemiche contro Raggi e Zingaretti. Costa: "Io non sono contro il Comune di Roma"

"Se nel Lazio, per smaltire i rifiuti della Capitale, ci sono solo tre impianti funzionanti (di cui due a scartamento ridotto) e due discariche quasi sature c'è qualcuno che - in Regione Lazio e in Campidoglio - ha dormito e non si è mosso per tempo". Anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini interviene a gamba tesa nella questione rifiuti romana. "In tutta Europa e in buona parte d'Italia i rifiuti sono una ricchezza e producono calore ed energia. Perchè gli amministratori di Roma e della Regione Lazio non hanno seguito questo esempio negli anni passati? In questa situazione gli unici che rischiano di fare affari sono i criminali. Come ministero dell'Interno seguiamo la vicenda con grande attenzione". Già, è sulla bocca di tutti e da sinistra a destra le dichiarazioni polemiche non si contano più.

A Salvini rispondono subito il capogruppo e la consigliera del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi e Valeria Baglio, pronti a difendere la Regione Lazio guidata da Nicola Zingaretti, che ieri lo ricordiamo ha annunciato l'arrivo di un'ordinanza che obbliga gli impianti ad accogliere i rifiuti di Roma e Ama a pulire la città. "Lasciamo fuori la Regione dalle accuse. Non è il Lazio a essere in emergenza, ma Roma. Anzi, senza l'aiuto della Regione in questo momento sarebbe quasi impossibile traghettare la Capitale fuori dal caos rifiuti in 10 giorni, che pure sembrano un'eternità, vista la situazione".

Ma contro il governatore del Lazio si scagliano anche i leghisti romani. Così il capogruppo in Campidoglio Maurizio Politi: "Abbiamo più volte chiesto al Presidente Zingaretti e al Sindaco Raggi di attivare le procedure d’urgenza, ora dopo settimane con la situazione al collasso, finalmente il Presidente della Regione si è svegliato. L’incapacità della Raggi sommata al menefreghismo del Presidente Zingaretti, hanno portato la città nel baratro". 

Mentre sul tema interviene anche il ministro dell'ambiente Sergio Costa, su Twitter, per chiarire la sua posizione: "Leggo ricostruzioni dei giornali totalmente inventate: io non sto contro il Comune di Roma come inventano. Non mi presto ai soliti giochetti per apparire in contrasto con la Raggi con cui stiamo lavorando fianco a fianco. Chi pensa di farlo, rende un cattivo servizio ai cittadini". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento