I rifiuti di Roma verso la discarica di Roccasecca: il sindaco minaccia il blocco dei tir

Chiusa la discarica di Colleferro la Fos, frazione organica stabile, smaltita nell’impianto ciociaro. Il sindaco Giuseppe Sacco: “E’ contro il piano regionale, provincia Frosinone rischia emergenza per colpa di Roma”

Dopo ventisei anni di attività mercoledì scorso, alle 18 in punto, si sono chiusi i cancelli della discarica di Colleferro: quella dove la Capitale smaltiva oltre mille tonnellate al giorno di scarti e Fos, la frazione organica stabilizzata.

Chiusa la discarica di Colleferro

Un impianto fondamentale nella filiera di smaltimento dei rifiuti di Roma che, in attesa dell’individuazione della discarica sul proprio territorio comunale, ha bisogno di alternative. 

Una rete di salvataggio è stata costruita. Delle 3 mila tonnellate di indifferenziata raccolta in città 1800 circa finiscono nel TMB di Rocca Cencia e negli impianti di trattamento presenti nel Lazio (Saf, Ecologia Viterbo, Porcarelli, Ecosystem e Csa) con accordi già in essere per lo smaltimento; le altre 1200 sono destinate ai TMB di Malagrotta di E.Giovi. 

In questo caso il cdr - combustibile da rifiuto – va nel termovalorizzatore di Acea a San Vittore nel Lazio, in un altro impianto a Brescia e in Portogallo. 

I rifiuti di Roma verso la discarica di Roccasecca

Mentre è la fos ad essere diretta per lo smaltimento nella discarica di Roccasecca di proprietà della Mad e una parte residuale nella cava di Civitavecchia.
Ma è la ciociaria che potrebbe rappresentare un ostacolo al nuovo corso tracciato. Il sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco, ha minacciato il blocco dei camion provenienti dalla Capitale. 

Questa mattina alle 6.15 il primo cittadino si è recato davanti ai cancelli della discarica della Mad per verificare la provenienza dei tir carichi di rifiuti. 

Chiude la discarica di Colleferro: dove finiranno i rifiuti di Roma

Rifiuti da Roma? Il sindaco di Roccasecca pronto a bloccare tir

"Ce n'erano sette, abbiamo verificato che venivano tutti da Roma. Ma il conferimento di rifiuti dall'Ato di Roma a quello di Frosinone – dice il sindaco all’agenzia Dire - è contrario al piano rifiuti regionale e non esiste alcun provvedimento che oggi dica che la Capitale è  in emergenza e che, per tamponarla, occorre usufruire della discarica di Roccasecca”.

E’ pronto a bloccare i camion il sindaco Sacco che punta il dito contro la  Regione che "ha deciso che la discarica di Colleferro doveva chiudere anche se aveva ancora volumetrie disponibili. C'e' una carenza impiantistica di Roma Capitale, sappiamo dello scaricabarile tra Raggi e Zingaretti. Chi dirà che Roma è in emergenza dovrà spiegare ai cittadini quale logica spinge ad adottare determinate iniziative”. 

L’allarme: “Frosinone rischia emergenza per colpa di Roma”

“Anche la discarica di Roccasecca – sottolinea Sacco - è agli sgoccioli, considerando che alla sopraelevazione di bacino autorizzata un anno fa rimarrà un mese di vita prima dell'esaurimento. Ancora una volta si è esaurita Roccasecca per colpa di Roma e bisognerà valutare se anche la provincia di Frosinone non corre il pericolo di andare in emergenza, perchè non c'è un sito alternativo". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento