Rifiuti, Raggi: "Non c'è alcun rischio di emergenza sanitaria. Presto strade torneranno alla normalità"

La sindaca sulla crisi rifiuti. Formalizzata oggi la nomina di Stefano Zaghis ad amministratore unico di Ama

Virginia Raggi (immagine d'archivio)

"Non c'è alcun rischio di emergenza sanitaria, lo stesso presidente dell'Ordine dei medici ha rivisto le sue dichiarazioni". La sindaca Virginia Raggi torna ancora sulla crisi rifiuti, stavolta provando a ridimensionare la situazione dei cassonetti e dei marciapiedi della città. "Finalmente sono stati sottoscritti gli accordi con Abruzzo e Marche, Ama ha così la possibilità di avere di nuovo degli sbocchi dove trovare rifiuti e oggi stesso incontriamo il nuovo amministratore (Stefano Zaghis, ndr) che ci farà un piano per i prossimi giorni". Già, tra Marche e Abruzzo Roma si libera di 9500 tonnellate al mese di indifferenziato. "La situazione è chiaramente a macchia di leopardo - ammette Raggi - perchè ad oggi molti impianti che erano stati autorizzati con l'ordinanza di Zingaretti continuavano a prendere meno rifiuti di quello che avrebbero dovuto"

"Alcuni erano ancora in manutenzione, altri lo sono ancora, come due impianti di Malagrotta che trattano una quantità importante di rifiuti di Roma e che sono ancora chiusi per manutenzione fino al 30 novembre. La raccolta ne risente, ma ora con nuovi impianti e siti dove portare i rifiuti la situazione sarà normalizzata". Restano però le soluzioni da cercare, e trovare, a lungo termine. Il 31 dicembre chiuderà in via definitiva la discarica di Colleferro, dove Roma conferisce buona parte dei suoi rifiuti post trattamento negli impianti. Un punto che sarà senz'altro all'ordine del giorno della Cabina di Regia convocata al ministero dell'Ambiente per mercoledì della prossima settimana. 

Mentre contro Raggi e la gestione dei rifiuti in città si stanno scagliando in queste ore le opposizioni tutte. Dalla Lega che stamani era in piazza del Campidoglio, con Matteo Salvini presente, al Pd che sia in Assemblea capitolina che tramite durissime note stampa attacca la sindaca. "Fa rabbia vedere oggi come è ridotta la città, con Ama dilaniata dai continui cambi di gestione", specie se non mancano modelli virtuosi che potrebbero fare da esempio. "Oggi a Copenaghen si inaugura una pista da sci al centro della città per la gioia di cittadini e di turisti. Si chiama Copenhill ed è un progetto unico che permette di convivere con i rifiuti in modo creativo. Qui il ciclo di raccolta, trattamento e smaltimento è sicuro e avviene nel rispetto dell'ambiente e dei cittadini. L'azienda scelta per realizzare il progetto è italiana, la Neveplast di Bergamo che è riuscita ad inventare un impianto completamente riciclabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento