Rifiuti, gli impianti del Lazio salveranno Roma: via libera ai turni domenicali. Raggi incontra Costa al ministero

Incontro al ministero per un piano d'uscita dalla crisi. Intanto i gestori degli impianti regionali danno la loro disponibilità all'aumento dei quantitativi di rifiuti da trattare

Impianto Tmb Rida Ambiente

Una strategia di interventi step by step, insieme alla Regione Lazio, per risolvere la crisi rifiuti romana. E' quanto stabilito dall'incontro riunione di ieri al ministero dell’Ambiente tra il ministro Sergio Costa e la sindaca Virginia Raggi. "Un incontro proficuo - spiegano dal ministero - nel quale è stato delineato un piano d’azione in vari step che potrà consentire di affrontare la situazione di criticità. Innanzitutto occorre che la Regione si adoperi concretamente e con interventi ad hoc affinché sia assicurata la massima capienza possibile degli impianti". 

Poi ancora, durante l'incontro, "si è parlato della possibilità di conferimenti fuori regione su cui sono in atto interlocuzioni con il ministero. Inoltre è necessario arrivare al più presto possibile al piano impiantistico regionale affinché strutturalmente si chiuda il ciclo dei rifiuti". "Invito tutti a lavorare insieme - ha commentato il ministro Costa - con spirito di cooperazione istituzionale, in queste ore, nell’interesse della città. Solo pancia a terra e con la massima onestà si riuscirà ad affrontare tutti insieme questa situazione". 

E intanto dopo un pomeriggio di fuoco tra vertici, Commissioni e polemiche con al centro proprio l'emergenza rifiuti - ammessa dai nuovi vertici Ama che hanno parlato di Natale come termine ultimo per uscire dall'empasse - la Regione Lazio ha dato buone notizie: saranno gli impianti sul territorio ad aumentare i quantitativi di rifiuti conferiti, e quindi a trattare quelli che si stanno accumulando attorno ai cassonetti. 

Ama infatti aveva chiesto alla Regione di verificare la disponibilità degli impianti delle province. Poi ieri la lettera di Raggi dove si chiedeva di forzare la mano, se necessario, con un'ordinanza per requisire impianti. Ventiquattro ore dopo è arrivata finalmente la risposta: Frosinone, Viterbo e Latina con i loro rispettivi Tmb lavoreranno anche di domenica. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento