Rifiuti, meno 50 giorni alla chiusura di Colleferro: "Comune indichi nuova discarica"

La discarica, che chiuderà in via definitiva dal 1 gennaio, è già temporaneamente fuori servizio, dopo l'incidente sul lavoro e la morte di un operaio avvenuta lo scorso 9 novembre

Discarica di Colleferro (immagine d'archivio)

"La discarica di Colleferro avrà vita non superiore a 50 giorni. Il Comune di Roma dovrà individuare un sito per conferire i rifiuti". A parlare il vicepresidente della regione Lazio Daniele Leodori, a margine del Comitato provinciale ordine e sicurezza convocato ieri pomeriggio, dopo i recenti fatti di cronaca. "Siamo in attesa che il Comune ce ne indichi uno. C'è già stata una proroga. Non vorremmo trovarci davanti a situazioni spiacevoli". Già, il tema è arcinoto ma la soluzione non è ancora arrivata. Dal 31 dicembre chiude in via definitiva la discarica di Colleferro. E per l'immondizia della Capitale mancherà un sito ultimo per lo smaltimento che accolga i rifiuti trattati negli impianti Tmb. 

Se ne discute da settimane, e da settimane va avanti il pressing della Pisana: il Campidoglio deve indicare una via d'uscita. Una cava temporanea sul territorio dove portare gli scarti da smaltire, come imporrebbe il piano rifiuti regionale licenziato dalla giunta ad agosto. Il Comune fa muro, e la sindaca Virginia Raggi di una nuova discarica a Roma non vuole sentire parlare. Il problema è che al momento soluzioni alternative non ce ne sono. Ama non ha stipulato ancora nessun contratto con eventuali impianti di smaltimento all'estero, inceneritori, per lo più. E, come se non bastasse, da Colleferro un primo stop sarebbe già in corso dallo scorso lunedì 11 novembre. 

Stop ai conferimenti dopo incidente sul lavoro

"La discarica di Colleferro, gestita da Lazio Ambiente (società 100% Regione Lazio), a causa del tragico incidente avvenuto sabato scorso, ha dimezzato la propria capacità ricettiva da lunedì 11 novembre" ha fatto sapere Ama. Il riferimento è alla morte di Giuseppe Sinibaldi, operaio vittima di un incidente il 9 novembre all'interno dell'impianto.

"Alle ore 12.37 di ieri, Lazio Ambiente ha comunicato ad Ama e a tutti i conferitori, compresi quelli con cui l'azienda ha rapporti contrattuali, che 'per esigenze organizzative il conferimento è sospeso dalla giornata odierna fino a nuova comunicazione'. Da quanto si apprende, la discarica riaprirà non prima di lunedì pomeriggio. Ama sta già profondendo il massimo sforzo per contenere il più possibile gli eventuali disagi derivanti dai possibili effetti di tale blocco, sui servizi di raccolta a monte, che potrebbero protrarsi fino a 48 ore successive alla riapertura". Tradotto: romani portate pazienza, per l'ennesima volta dovrete sopportare qualche cumulo di immondizia di troppo nel cassonetto sotto casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

Torna su
RomaToday è in caricamento