Nidi, verso la riduzione delle rette per le famiglie: "Renderemo asili più sostenibili"

Votata in giunta la delibera per la partecipazione del Campidoglio al bando regionale

Ci sono sei milioni a disposizione per i comuni del Lazio. E anche Roma ha inviato la documentazione per partecipare all'avviso pubblico emanato dalla Regione. Obiettivo: ridurre le rette pagate dalle famiglie romane per mandare i bambini negli asili nido capitolini, sia a gestione diretta che convenzionati. Del 30 aprile il voto in giunta alla delibera n. 73, propedeutica al contestuale invio della documentazione richiesta nel bando. 

"Si tratta di uno strumento ulteriore nel percorso di riforma del sistema di tariffazione dei nidi, con l’obiettivo di renderli sempre più sostenibili e accessibili alle famiglie" ha dichiarato a RomaToday l'assessore a Scuola e Sociale Laura Baldassarre. Se la domanda del Campidoglio verrà accettata, lo sconto sui contributi mensili versati da mamme e papà (variabili in base a reddito e fasce orarie prescelte) per pagare i servizi scolastici tra 0 e 6 anni, potrebbe partire già dall'anno 2019/2020. Toccherà ben 18mila bambini, il totale degli iscritti nelle strutture capitoline al 1 marzo 2019. E verrà ripartito a partire dalle fasce sociali più svantaggiate con Isee più basso. 

"Programmare con attenzione consente di utilizzare e valorizzare nel migliore dei modi tutti gli strumenti a nostra disposizione per incrementare la qualità dei servizi" spiega ancora Baldassarre. "Questo è l’approccio che ci ha suggerito di presentare domanda per accedere al riparto del Fondo nazionale per il Sistema Integrato di educazione e di istruzione"

Ricordiamo che i sei milioni di euro messi a disposizione dalla Pisana, fanno parte di un più ampio pacchetto di fondi, 23 milioni in totale, stanziati dal ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca (MIUR) con decreto legislativo 13 aprile 2017, n.65. Così ripartiti: 10,5 milioni a favore dei Comuni laziali che hanno fatto domanda e sono stati ammessi al finanziamento, come contributo aggiuntivo per le spese di gestione degli asili nido, 6 milioni per la riduzione, appunto, delle rette a carico delle famiglie e altri 7 milioni per la riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica destinati alla scuola dell'infanzia e agli asili nido. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento