Il Retake arriva ai piedi del Campidoglio, con le 'pettorine blu' anche il sindaco

Decine di volontari si sono dati appuntamento questa mattina in piazza San Marco per ripulire l'area dal degrado. Marino: "Vogliono una città decorosa"

Foto Agenzia Dire

C’era anche il sindaco Ignazio Marino questa mattina tra le decine di volontari di ‘Retake Roma’. Con la loro pettorina blu si sono ritrovati questa mattina ai giardini di piazza San Marco per ripulire l'area dal degrado. Nel mirino cartacce, adesivi, locandine abusive e volantini degli 'svuota cantine'. Le operazioni di pulizia si sono svolte durante la mattinata, prima della cerimonia della trascrizione dei matrimoni gay sul registro comunale di Stato civile. I 'retakers' hanno anche consegnato cartacce e adesivi rimosse nelle ultime settimane. "I cittadini oggi tornano ad esercitare il loro ruolo” ha spiegato Marino. “Vogliono una città bella e decorosa. Questi fenomeni ci sono in tutto il mondo e vanno sostenuti anche qui a Roma".

Poi ha aggiunto: "È incivile che ci sia qualcuno che imbratta la città con volantini e adesivi. Per fortuna poi lascia il numero di cellulare quindi noi li possiamo individuare e punire con Ama e vigili. Queste persone che sporcano Roma vanno punite con severità. Il decoro della città costa ed il fatto che ci siano cittadini che si ribellano ad altri che sporcano è un fatto positivo, di educazione civile". 

Il fenomeno di Retake, che mette insieme centinaia di volontari tra i cittadini con l'obiettivo di ripulire la città, è in forte crescita. "L'anno scorso eravamo meno di 700 su Facebook e ora siamo più di 16.000” ricorda Simone Vellucci, uno dei coordinatori della pagina web dell''associazione. “In media 150 persone al giorno entrano nella nostra pagina. Abbiamo 55 gruppi di quartiere e ci hanno imitato a Milano e Bari". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Desidererei ricordare al sindaco Marino che per fare opera di pulizia bisogna andare dove è sporco,non andare a pulire sul pulito,i giardini di p,za San Marco sono continuamente tenuti in bell'ordine e puliti perché sono al centro della città proprio davanti la scalinata del Campidoglio.Se voleva dare un cenno di civismo,doveva portare una squadra con lui in testa in un qualsiasi quartiere di periferia,così si sarebbe reso conto di come si è ridotta Roma sotto la sua gestione ,la sporcizia ed il degrado che si è accumulata in questo anno e mezzo di gestione Marino è impensabile.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio in via Collatina vecchia, brucia discarica abusiva: a Roma est fumo nero e allarme per l'odore acre

  • Centro

    Tridente, slitta l'avvio della Ztl: "Telecamere attive solo quando riaprirà la metro Spagna"

  • Politica

    25 aprile: per Raggi applausi e fischi al corteo Anpi. "Buffona, sgombera CasaPound"

  • Cronaca

    Ostia: rapinata allo sportello bancomat. Ladro riconosciuto dalla vittima grazie ad un tatuaggio sul viso

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Perde controllo dell'auto e si ribalta in una cunetta, tre feriti. Due sono gravi

  • 25 aprile a Roma: strade chiuse e bus deviati per il giorno della Liberazione

  • Amazon apre a Settecamini: nuovo deposito smistamento a Roma, previsti 115 posti di lavoro

  • Marco Vannini, l'omicidio del giovane di Ladispoli in uno speciale de Le Iene. On line c'è chi rimorchia con la sua foto

  • Miracolo al binario 14: infarto dopo corsa per prendere il treno, 33enne salvato a Termini

Torna su
RomaToday è in caricamento