Olimpiadi Roma 2024, Renzi: "Si arrestano i ladri, non le grandi opere"

Da Lecce il presidente del Consiglio critica l'orientamento del Movimento 5 stelle a dire "no" alle Olimpiadi romane, ma si dice "disponibile a dare una mano alla Raggi"

Matteo Renzi

"Dicono di no alle Olimpiadi a Roma perché qualcuno potrebbe rubare. Ma un Paese serio è quello che se qualcuno ruba lo arrestano, non quello dove si arrestano le grandi opere".

Parole del premier Matteo Renzi al teatro Politeama di Lecce, commentando il "no" del Movimento 5 stelle alle Olimpiadi nella capitale nel 2024. "A me dispiace per quello che sta accadendo a Roma, perché sono un cittadino italiano e se vedo la capitale in difficoltà perché non riescono a scegliere un assessore che duri più di 24 ore, sono triste", ha sottolineato riferendosi alle difficoltà della giunta Raggi.

"Non credo al racconto che fanno in tanti che l'Italia è solo problemi: la differenza tra chi fa politica e chi fa demagogia, è che chi fa politica i problemi prova a risolverli, non si limita a urlare nei talk show sperando che vada sempre peggio per salire di un punto nei sondaggi. Perché poi quando capita a te di governare, a livello amministrativo - dice con una stoccata ai Cinque Stelle - se sei stato capace solo a vivere di demagogia, poi i problemi non li risolvi".

"Ho dato la disponibilità a Raggi a fare tutto ciò che serve per dare una mano perché io credo nelle istituzioni", ha concluso il premier. (da Today.it)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento