Caditoie, il Campidoglio cambia strategia. Pronto un milione di euro contro gli allagamenti

A disposizione fondi supplementari per migliorare il deflusso d’acqua nelle strade. Raggi: “Negli ultimi 3 mesi eseguiti più di duemila interventi”

Nuove risorse per evitare gli allagamenti causati dalle piogge. Roma Capitale, in attesa che sia annunciato anche il piano foglie, sta cercando di correre ai ripari.

Il tesoretto

A disposizione del Campidoglio c’è ora un tesoretto. Contribuirà ad evitare che le strade della Capitale, come spesso accade, finiscano sott’acqua.
“Abbiamo stanziato un milione di euro per pulire tombini e caditoie – ha annunciato la Sindaca Raggi-  Si tratta di risorse che verranno utilizzate per nuovi interventi che si aggiungeranno a quelli già in corso: pensate che negli ultimi 3 mesi ne sono stati eseguiti più di 2.000 per le strade della città”.

Le criticità individuate dal tavolo tecnico

L’operazione è stata approntata grazie da un lavoro di squadra. Il tavolo tecnico messo in piedi con Protezione Civile ed Ama, ha permesso infatti di individuare delle aree critiche. E da lì si partirà, per evitare nuovi allagamenti. “Un approccio nuovo per far fronte in maniera programmata e incisiva alle possibili emergenze maltempo – ha precisato la Sindaca -  I nuovi interventi partiranno nelle prossime settimane e proseguiranno fino all’estate del prossimo anno”.

Il monitoraggio delle caditoie danneggiate

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessora ai Lavori Pubblici Linda Meleo.  “La verifica costante delle caditoie sulle strade della città rappresenta una priorità per prevenire gli allagamenti durante le piogge. È quella che abbiamo eseguito nei giorni scorsi e che faremo nei prossimi mesi” ha dichiarato Meleo, che poi ha aggiunto qualche informazione supplementare “I controlli, eseguiti ogni giorno dai nostri tecnici, consentono anche di identificare le caditoie danneggiate dalle radici degli alberi o dai lavori effettuati non correttamente dai sottoservizi, in modo che si possano prontamente riparare e ripristinare, quindi, il regolare deflusso della pioggia”.

Lo step mancante: lo spazzamento delle foglie

La speranza, per le strade ed i quartieri che più frequentemente finiscono sott’acqua, è che il tesoretto e la cabina di regia messa in campo, siano sufficienti. Per evitare nuovi allagamenti, occorre lavorare sulla programmazione anche di altri interventi: bisogna prevedere un regolare  spazzamento delle foglie. Se viene a mancare quest'attenzione, in autunno, le caditoie rischieranno comunque per ostruirsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento