Primarie Pd: nel VI municipio vandalizzate sedi e rubati gazebo

Atti vandalici contro le primarie Pd nel municipio delle Torri dove, lo ricordiamo, si vota anche per eleggere il candidato presidente del municipio. Tre sedi vandaizzate e due gazebo rubati. E' quanto denuncia in una nota il commissario del VI municipio Gennaro Migliore. "Ben tre sedi del Pd aperte sul territorio, quella di Torre Spaccata, di Borghesiana e di Castelverde sono state prima vandalizzate (manomettendo le serrature per impedire che potessimo accedervi) e poi oltraggiate con l’affissione di volantini chiaramente riferibili alla vicenda delle espulsioni dell’attuale dirigenza municipale. Inoltre sono stati rubati due gazebo a via dell'Archeologia a Tor bella monaca e a via Augusto Lupi a Torre spaccata"

Continua Migliore: "Si tratta di episodi che dimostrano la giustezza della scelta di cambiare pagina su un territorio che alcuni hanno preteso di voler occupare politicamente con la prepotenza. Il VI municipio, i suoi cittadini, meritano una svolta è un nuovo Pd, come quello che con lealtà e generosità oggi sta comunque facendo funzionare le primarie – prosegue Gennaro Migliore – Vorrei ringraziare lo straordinario lavoro di tutto il coordinamento municipale, del gruppo consiliare, di tutti i volontari che stanno trasformando una triste vicenda di intimidazione in un moto d’orgoglio di cui tutto il Pd romano e quello nazionale sono fieri. Ai sei candidati alle primarie comunali e ai candidati alla presidenza del VI Municipio Franco Latorre e Dario Nanni vanno i più sentiti ringraziamenti per averci messo la faccia e il cuore. Oggi, qui nel VI municipio sta rinascendo un Pd che sarà determinante per la vittoria alle elezioni della città di Roma".


Immediata la replica del presidente del VI municipio, Marco Scipioni che sentendosi tirato in ballo replica: "Migliore non si puo' permettere di tirare in ballo il mio nome in merito ad atti di sabotaggio e mente sapendo di mentire. Pronto a querelare. Ritengo davvero offensivo e censurabile l'aver accostato il mio nome a quello della denuncia di atti illeciti che sarebbero accaduti stamane nelle primarie del VI Municipio da parte del subcommissario e sottosegretario alla giustizia - sottolinea Marco Scipioni - Non pago di aver ucciso il PD di quel territorio denunciando questioni campate in aria per mesi e non suffragate da nessun atto, ora Migliore arriva all'attacco politico per mascherare un proprio fallimento. Un attacco animato dalla oramai consolidata logica della macchina del fango anche in questo caso. Insomma, ci ha cacciato via, ci ha epurato, ora che altro vuole da noi? Se e' sicuro di cio' che asserisce vada a denunciare alla magistratura. Altrimenti, ma forse sarebbe troppo trasparente tutto cio', si spogli dell'immunita' parlamentare e venga a rispondere davanti ad un giudice"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

Torna su
RomaToday è in caricamento