Sanità, al Policlinico di Tor Vergata la prima Tac Revolution d'Italia

Inaugurata alla presenza dell'assessore regionale D'Amato

Partendo da sinistra: la direttrice generale del Policlinico Tor Vergata, Tiziana Frittelli, al centro l’Assessore alla Sanità e all’integrazione socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, e alla sua destra il Rettore dell’Università di Tor Vergata, Giuseppe Novelli

Arriva al Policlinico di Tor Vergata la prima Tac Revolution d'Italia, il sistema di radiografia computerizzata più evoluto disponibile sul mercato. A inaugurarla ieri mattina, 1 aprile, l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, alla presenza della direttrice generale della struttura ospedaliera, Tiziana Frittelli, e del Rettore dell'Università di Tor Vergata, Giuseppe Novelli. 

La macchina è dotata di 'Spectral Imaging', una tecnica che consente la caratterizzazione dei tessuti corporei normali e patologici con significativi vantaggi clinici sia nelle malattie oncologiche che in quelle cerebrovascolari. La TC è inoltre dotata di un nuovo iniettore in grado di minimizzare i rischi da rottura del vaso durante l’iniezione del mezzo di contrasto che sarà scaldato fino ad arrivare a temperatura corporea per ridurre il disagio del paziente.

Sempre con l'attenzione rivolta all'aspetto psicologico, la sala è stata decorata con una gigantografia del Parco degli Acquedotti per ricreare uno scenario suggestivo rendendo l'ambiente più confortevole e in grado di ridurre l'ansia del paziente con una sedazione naturale. "Un dettaglio importante considerati i numeri dello screening radiologico del Policlinico Tor Vergata" ha sottolineato Frittelli "dove nel 2018 sono stati studiati con la Tac 30.118 pazienti, per un totale di 43.211 prestazioni, e con la Risonanza magnetica 9.771 pazienti, per un totale di 11.371 prestazioni". 

L'assessore alla Sanità D'Amato ha spiegato: "Noi abbiamo bisogno di un Policlinico Tor Vergata forte. Oggi le condizioni ci sono, perché la Regione Lazio ha messo a posto i conti. Siamo tornati a investire nel personale, ci sono oltre 300 procedure concorsuali, e nelle nuove tecnologie. In cantiere ci sono circa 200 milioni di euro destinati al rinnovo del parco tecnologico. Dunque gli elementi per essere ancora più forti ci sono tutti". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento