Villa Borghese, torna l'erba a piazza di Siena: a giugno parte il restyling

In tempo per la prossima edizione del classico Concorso ippico internazionale

Piazza di Siena

Lo storico anello di piazza di Siena torna alle sue origini 'green', con la riqualificazione dell'intera area che partirà a breve e vedrà il ripristino del manto erboso dell'ellisse in tempo per la prossima edizione del classico Concorso ippico internazionale ufficiale di fine maggio, di cui Villa Borghese è teatro sin dagli Anni 20, che dal 2018 vedrà in più l'eliminazione del 40% delle sovrastrutture, con l'obiettivo di valorizzare il contesto naturale circostante. 

I lavori sono stati affidati da Roma Capitale al Coni e alla Federazione italiana sport equestri, a cui poi spetteranno la cura e la manutenzione dell'area, con un intervento che si estenderà man mano all'intera villa. A ufficializzare la notizia è stato stamattina Daniele Frongia, assessore a Sport e Grandi eventi di Roma Capitale, in un punto stampa convocato proprio al centro dell'ovale di piazza di Siena. "Stiamo collaborando molto bene con il Coni e il Fise e siamo orgogliosi di questa nuova iniziativa. A giorni inizieranno i lavori e tornerà il verde a piazza di Siena, sarà fatta un'operazione di inerbimento con un impianto di irrigazione. A questo seguirà la riqualificazione dell'area circostante" ha commentato Frongia.

Già la scorsa primavera con la conferma della partnership con la Fise per l'organizzazione dell'evento ippico, il Coni aveva presentato un progetto di lunga durata (otto anni) in cui l'attenzione era concentrata, oltre che sullo sport di vertice e sui suoi campioni, sulla riqualificazione della pista e di Villa Borghese. "Torneremo alle origini con il manto erboso tradizionale per lo sport moderno. L'obiettivo è proporre un concorso a massimi livelli", ha spiegato Marco Di Paola, presidente della Fise. Sottolineando che "dall'inizio della partnership con il Coni la mission è stata mettere Villa Borghese e piazza di Siena al centro, perchè per noi sono un teatro simbolico di riferimento. L'ambizione non è usarlo solo per l'evento sportivo ma anche contribuire a migliorarlo. Oggi iniziamo a prendere in consegna l'area, poi rimuoveremo la sabbia e procederemo al drenaggio. Sarà quindi la volta dell'inerbimento. Durante l'anno dovremo mantenere il campo in buona salute".

Per quanto riguarda l'aspetto economico, "il finanziamento è privato e rimane nel business plan dell'evento. Il controllo dell'area sarà affidato a noi e sarà fruibile nei limiti del rispetto di un campo sportivo. L'obiettivo è riuscire nel tempo a riqualificare questa zona pianificando interventi sulle parti circolari, che già sono stati effettuati su un primo muro". Ora si procederà con la rimozione della sabbia e si affronteranno i lavori per il drenaggio e il posizionamento dell'impianto di irrigazione. Poi si passerà all'inerbimento con l'utilizzo di una speciale semenza di Festuga. Inoltre, ha concluso Diego Nepi, direttore Marketing e Sviluppo del Coni, "nella prossima edizione vedrete la diminuzione del 40% delle sovrastrutture per valorizzare il contesto naturale in cui ci troviamo".

(Fonte Agenzia Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento