Roma più sicura, il nuovo piano del Viminale: 550 agenti in più e 28 aree sorvegliate

Vertice in Prefettura. Il ministro dell'Interno Lamorgese: "Entro il 2020 arriveranno 550 agenti in più". Intanto da lunedì presìdi in tutta la città. Raggi: "Risposte non solo securitarie"

Vertice in Prefettura

Roma sorvegliata speciale. Dopo i recenti fatti di cronaca, dall'omicidio di Luca Sacchi agli spari di due giorni fa a Boccea in pieno giorno, passando dai roghi dolosi contro i commercianti a Centocelle, le istituzioni corrono ai ripari. Ieri pomeriggio il vertice in prefettura con il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, il capo della polizia Franco Gabrielli, la sindaca Virginia Raggi, il vicepresidente della regione Lazio Daniele Leodori, i procuratori Giovanni Salvi, Michele Prestipino, Nunzia D'Elia. Un summit per dotare la Capitale di un nuovo piano sicurezza legato a spaccio di droga e movida molesta. 

"Entro il 2020 arriveranno a Roma 550 nuovi agenti delle forze dell'ordine" ha comunicato il ministro Lamorgese. Intanto però si comincia con un piano d'azione tarato sulle esigenze dei singoli quartieri della città. Da lunedì una prima tranche di 250 pattuglierà 28 zone a rischio. Una nuova mappatura che individua 20 piazze di spaccio e 8 aree del Centro storico prese d'assalto dalla movida. Venti aree da "cinturare" e passare al setaccio con "pattuglioni" formati appunto da 250 uomini. 

"Abbiamo ritenuto di fare un piano di interventi complessivo, che partendo da una analisi mirata dei delitti individui delle soluzioni" ha spiegato Lamorgese. "Quello che posso dire - ha proseguito il ministro - è che la situazione dello spaccio è quella delle piazze che sono organizzate su vari livelli e che agiscono sul territorio con metodi mafiosi". Il più attenzionato, numeri alla mano, è il quadrante est. A Tor Bella Monaca infatti "i reati di spaccio sono aumentati del 63%". 

Sul punto prende la parola anche la sindaca Raggi, preoccupata di rassicurare sul tipo di risposta all'emergenza. "Non sarà solo di tipo securitaria - spiega al termine del vertice in via Quattro Novembre - ci muoveremo anche con un presidio socio culturale. Per questo nascerà l'osservatorio permanente per la legalità, una cabina di regia di ascolto delle associazioni e dei cittadini".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

Torna su
RomaToday è in caricamento