Rom, ecco la delibera a 5 Stelle: "Con noi finisce era dei campi". Ma il piano non convince

Oggi la presentazione in Campidoglio. La sindaca: "Finalmente mettiamo la parola fine alla mangiatoia di Mafia Capitale". Le alternative abitative? "Due anni di sostegno all'affitto"

Modulo abitativo nel campo rom La Barbuta

La fine dell'assistenzialismo, della "mangiatoia di Mafia Capitale", delle reprimende europee. Roma, parola della sindaca, chiuderà i campi rom, tornando presto a garantire "condizioni di vita migliori per tutti". Lo farà con un piano votato tramite apposita delibera di giunta, e presentato questa mattina in Campidoglio insieme all'assessore al Sociale, Laura Baldassarre e alla presidente della commissione Politiche sociali, Agnese Catini. Ma accanto ai propositi, largamente condivisi, mancano numeri, tempi, obiettivi chiari e fissati nel tempo, quantificazione reale degli impegni totali di spesa.  

Si partirà dai villaggi di Monachina, nel XIII municipio, e La Barbuta, a Ciampino. La chiusura delle due strutture con annessi percorsi di accompagnamento al lavoro e sostegni sul piano abitativo, verrà attuata tramite i 3milioni e 800mila di fondi europei dedicati al tema. "Finalmente a costo zero per la città" ripete la prima cittadina. E gli altri insediamenti? "In contemporanea si lavorerà alle chiusure degli altri campi tramite delle misure che verranno decise insieme ai municipi". Non è chiaro con quali ulteriori finanziamenti.  E per "altri campi", è bene precisarlo, si intendono esclusivamente i cosiddetti "villaggi attrezzati", istituzionali, che accolgono (secondo i dati del Campidoglio) circa 4500 rom. 

IL PATTO DI RESPONSABILITA' E GLI APPROCCI GUIDA - L'intero processo si fonderà su un "patto di responsabilità che verrà sottoscritto da ciascuna famiglia, fatto di diritti e doveri" ha spiegato Baldassarre. Chi sgarra perde il diritto alle misure di inclusione. Un concetto quello della responsabilizzazione che l'assessore vuole applicare in particolare alla scuola. "Sarà fondamentale garantire l’istruzione e la frequenza scolastica dove finora non c’è stato nessun risultato positivo, solo sperpero di risorse pubbliche senza alcun beneficio". Il trasporto scolastico ad hoc verrà eliminato, tranne per i villaggi più lontani: "Saranno i genitori a dover portare i figli a scuola, fa parte del percorso di inclusione". Nell'ottica dell'applicazione di diritti e doveri uguali per tutti. 

Responsabilità dunque per i diretti interessati e un approccio che si promette di superare ogni tipo di intermediazione specifica - "ci interfacceremo direttamente con le famiglie" - basandosi su una serie di azioni  sviluppate, assicura Raggi, "in piena coerenza con la normativa comunitaria in materia di inclusione socio-economica delle comunità Rom, Sinti, Caminanti" e con la Strategia Nazionale d'Inclusione. Poggerà sui quattro assi che definiscono le condizioni di vita e benessere di un qualunque cittadino - scolarizzazione, occupazione, salute, abitazione - con accesso garantito tramite un'azione sinergica di tutte le istituzioni competenti: dalla Asl all’Ufficio scolastico provinciale. Poi, annuncia Raggi, "verranno ampliate le competenze dell'Ufficio rom con una specifica ordinanza". 

COME SI ESCE DAI CAMPI? - Fin qui le linee guida, le visioni del problema che hanno accompagnato la stesura del piano. Concretamente però, come avverrà? Come si esce dai campi e con quale offerta alloggiativa alternativa? "Ci saranno delle misure temporanee di sostegno ai percorsi dell'abitare" spiega Baldassarre in risposta alle domande dei cronisti. Nello specifico? "Due anni di sostegno all'affitto e all'occupazione". Di più non è dato sapere. E sui tempi non ci sono limiti specifici. "Il piano è in divenire, sarà oggetto di monitoraggio". Nessun indicazione precisa nemmeno sul contrasto all'abbandono scolastico nè sul destino dei cosiddetti insediamenti "informali", i tanti nuclei di baraccati che puntellano le periferie della città, esclusi dal censimento operato dalla giunta Raggi. "Negli insediamenti informali non ci sono solo rom - risponde Baldassarre - sono abitati da tanti indigenti e pertanto rientreranno nel Piano sociale cittadino e in quello in fase di stesura per l'emergenza abitativa". Troppe domande restano senza risposta. E quello illustrato come un piano d'azione pronto all'applicazione concreta sul territorio, sembra più una dichiarazione d'intenti. 

Bocciatura senza appello anche dall'associazione 21 Luglio, dal 2010 in prima linea per la promozione e difesa dei diritti delle popolazioni Rom, Sinti e Caminanti. "La drammatica situazione di quanti vivono oggi nelle baraccopoli romane – afferma il presidente Carlo Stasolla – non richiede slogan improntati sul rispetto della legalità e la trasparenza e impegni di massima sui quali tutti, o quasi, siamo concordi. C’è urgenza, oggi più che mai, di un Piano sociale vero, che indichi tempi, insediamenti da superare, quantificazione delle risorse umane ed economiche da impiegare, perché tale problematica la si risolve aggredendola con operazioni incisive, chiare e definite. In passato avevamo indicato all’Assessorato alla persona, alla scuola e alla comunità solidale delle strade percorribili ma evidentemente questa Amministrazione preferisce elencare buoni propositi piuttosto che affrontare di petto la questione. Anticipiamo, per questo Piano, un fallimento certo e purtroppo, come già avvenuto nel passato, sarà probabilmente il tempo a darci ragione"


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • sostegno per l'affitto.....ma chi gliela da in affittitto una casa ai rom?????? o si affitteranno le case che qualche palazzinaro ha costruito e no nriesce a vendere?? il piano mi sembra un pò improbabile.

  • Mettere un delinquente in una casa non lo rendera' un uomo onesto. OK chi lavora onestamente e produce , il resto fuori dai co....ni.

  • è un'invito a tutti i nomadi di europa............ già staranno chiamando parenti ed amici.....

  • è un'invito ai rom di tutta europa venire a roma.... già staranno contattando amici e parenti.........

  • ma non ci dormono la notte per partorire queste genialate?! rom di tutta europa venite a roma..... fate quello che volete ( Stupri, rapine, estorsioni, prostituzione .......) e vi paghiamo anche l'affitto!

  • Non ho capito questi dopo 2 anni ti pagano una affitto? hahaah e la casa rimane a loro, poi cacciali via con i la prole poco numerosa hahah

  • perché tutte queste agevolazioni per gente che dovrebbe essere di passaggio?????basta con buonismo per rom, sinti,, immigrati ecc.ci sono tantissimi italiani in difficoltà ((((bisogna pensare male??? chi altro e che altro c'è dietro??? chi ci lucra????)))

  • scusate ho dimenticato di spalmare del miele su l'articolo !!

  • dopo 2 anni se non pagano l'affitto casa si fa??si rimanda tutti per strada ? perché ora dove sono ??

  • vedi come scappano come sentono la parola accompagnamento al lavoro

  • meno male se trovato il modo di mandarli via da sto paese basta dirgli accompagnamento al lavoro vedi come scappano.

  • Il Presidente della cooperativa 21 Luglio, Stasolla intervenuto nell'odierna, trasmissione "Cheromaè" su Eliveromatv, condotta da Andrea Bozzi, ha affermato che l'ordinanza per il superamento dei campi della Monachina e della Barbuta, era stata prevista già con ordinanza dell'ex sindaco Marino, a inoltre precisato che i fondi europei utili all'eliminazione dei succitati campi, non sono niente altro che i soldi che escono dalle tasche dei cittadini italiani che, tornano per essere impegnati in progetti ad hoc. Se quanto affermato da Statolla è confermato, mi piacerebbe chiedere alla Sindaca cosa c'è di suo in questa notizia "bomba" che ha dato in pasto alla stampa. a stampa.

  • Avatar anonimo di Frank Serpico
    Frank Serpico

    Ma non possono lavorare e pagare l affitto come tutti???? sempre privilegi a questi soggetti????

  • prima di pensare agli altri(((immigrati, rom ecc.)))) bisogna pensare agli italiani in difficoltà,,,,,,, e poi qualcuno mi può spiegare perché nel campo rom di via dei gordiani le luci sono sempre accese di giorno e di notte????chi paga i consumi???? perché tante agevolazioni per gente che dovrebbe"""transitare""??????? b a s t a!!

  • Ecco la delibera a 5 Stelle: "Con noi finisce era dei campi". Ma il piano non convince accanto ai propositi, largamente condivisi, mancano numeri, tempi, obiettivi chiari e fissati nel tempo, quantificazione reale degli impegni totali di spesa. Come a dire FUFFA!!! come del resto sono i 5 tazze, solo chiacchiere...

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Elezioni europee 2019, i risultati a Roma e provincia

  • Sport

    Addio De Rossi: la lunga notte di DDR. Cori, bandiere e lacrime: emozioni forti all'Olimpico

  • Talenti

    Rifiuti a Talenti: il III Municipio punta i piedi e dice "no" ad Ama e Comune

  • Cronaca

    Ritroviamo l'agenda di Lorenzo, l'appello di una mamma: "E' stata rubata. Lì le cure per mio figlio"

I più letti della settimana

  • "Ti amo. Ti sto raggiungendo": fidanzata muore per tumore, lui si toglie la vita un mese dopo

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

Torna su
RomaToday è in caricamento