Piani di zona, Calabrese presidente della commissione d'indagine

Vicepresidenti le consigliere Seccia e Iorio. De Vito e Ferrara polemizzano: "La prima seduta nel pieno disinteresse dell'opposizione"

Uno screenshot del video postato sulla pagina Facebook di Marcello De Vito

Si è riunita questa mattina per la prima volta la Commissione d'indagine amministrativa sui piani di zona per l’edilizia economica e popolare. Il consigliere di maggioranza Pietro Calabrese è stato nominato presidente. Due donne per il ruolo di 'vice': Donatella Iorio, che è anche presidente della commissione capitolina Urbanistica, e Sara Seccia, che ricoprierà la carica di vicepresidente vicaria. La commissione, che da questa mattina è operativa, prevede dieci componenti, cinque dei quali spettanti all’opposizione.

"Con le nomine di questa mattina cominciamo al più presto il percorso di ripristino della legalità rispetto a una questione che interessa migliaia di cittadini romani truffati" si legge in una nota del presidente dell'Aula, Marcello De Vito, e del capogruppo M5S, Paolo Ferrara. "Il primo atto, propedeutico all’avvio del lavori, è stato l’elezione dell’Ufficio di Presidenza della Commissione che rappresenta uno strumento di indagine fondamentale per risponde alla forte esigenza di trasparenza degli abitanti delle zone interessate".

L'avvio dei lavori non è stato esente da polemiche vista l'assenza dei consiglieri di opposizione. "Nella seduta odierna ci aspettavamo la partecipazione di tutti i commissari designati. Erano presenti solo i consiglieri del Movimento 5 Stelle e un rappresentante del PD che ha cercato di posticipare ulteriormente l’inizio della seduta, convocata per le 9 e di fatto cominciata alle 9.20, nel vano tentativo di far arrivare gli altri consiglieri dell’opposizione" si legge nella nota. Ieri De Vito aveva scritto su Facebook: "Mi auguro che le opposizioni comincino a collaborare, considerato che avrebbero dovuto indicare 5 dei 10 commissari totali e invece non lo hanno fatto, manifestando un atteggiamento di menefreghismo francamente sconcertante". 

In un secondo video su Facebook i consiglieri hanno rincarato la dose: "Nelle scorse settimane ho visto i consiglieri di opposizione andare in periferia a protestare. Questa commissione ha l'obiettivo di fare luce, perché questa mattina non erano presenti? Perché non hanno fornito i loro nomi?". Chiude Ferrara: "Le opposizioni non pensano ai problemi di Roma e se ne fragano dei cittadini che hanno investito i loro risparmi di una vita". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento