Pecore tosaerba nei parchi di Roma, Coldiretti sposa la proposta: "Opportunità per sviluppo settore agricolo"

L'ironia del Pd: "Contro le zanzare arriveranno i gechi?"

"Perché non impiegate le pecore per curare il verde nei parchi come avviene a Berlino?". Questa la domanda posta ieri durante una diretta facebook all'Assessora Pinuccia Montanari. La risposta ha dato il là alla notizia del giorno, ovvero "capre e pecore per curare il verde di Roma". Montanari ha infatti risposto che l'utilizzo delle pecore e degli animali per integrare l'attività di sfalcio nei parchi è una delle opzioni su cui sta lavorando su sollecito della Sindaca,  visto che è anche una attività già ben avviata al parco della Caffarella".

Le reazioni non potevano mancare e non tutte sono state all'insegna dell'ironia che ha caratterizzato le opposizioni. Coldiretti Lazio, per esempio, ha sposato l'idea: "L’utilizzo di pecore per tagliare l’erba dei prati rappresenta un’interessante opportunità per lo sviluppo del settore agricolo ed è già stata adottata da altre città italiane, straniere e persino da grandi multinazionali negli spazi che circondano le loro aziende". Alla base della proposta, come ricorda Coldiretti, c'è l'ormai cronica difficoltà a trovare una soluzione alla manutenzione del verde. Dopo Mafia Capitale, le gare non riescono a partire e ad essere assegnate. Sotto l'amministrazione pentastellata la situazione è di fatto andata aggravandosi. 

L'associazione stessa lo ricorda: "Negli ultimi 20 anni, a Roma, il problema della manutenzione del verde si è aggravato pesantemente con la progressiva diminuzione del personale del Servizio Giardini, passato da 1.200 a circa 300 unità e chiamato a gestire un patrimonio immenso, il più grande d’Europa, con un’estensione che rappresenta il 67% dell'intero territorio: 85mila ettari sui 129 mila totali. Tra l’altro, l’innalzamento delle temperature, dovuto ai cambiamenti climatici, rende la gestione del verde ancora più complessa con interventi che dovrebbero essere sempre più frequenti per contrastare il degrado". 

Un incontro tra problemi quindi, quelli di Roma e quelli del settore agricolo. Già, perché anche il settore zootecnico soffre la crisi: "E’ evidente che un’ipotesi di questo tipo sarebbe vantaggiosa sia per l’ambiente, sia per il settore zootecnico, in forte difficoltà anche per l’aumento dei costi delle materie prime necessarie all’alimentazione degli animali. Inoltre, la presenza delle pecore potrebbe rappresentare un’occasione per riproporre una festa dalle antiche tradizioni, quella della transumanza. Auspichiamo in tal senso un incontro con l’amministrazione Comunale per proporre un’attività gratuita di manutenzione del verde che possa contribuire a rendere Roma ancora più bella".

Dalle opposizioni arrivano risposte ironiche. Il vice segretario del Pd Lazio, Enzo Foschi: "Addio a giardinieri e tagliaerba, come esistono in tutte le città del mondo! Dopo i gabbiani, che in mancanza di una normale raccolta dei rifiuti, si sostituiscono ai netturbini per ripulire le strade, oggi è la volta delle pecore. La domanda quindi sorge spontanea: contro le zanzara che affollano le nostre case durante la stagione estiva la Raggi cosa farà: ci fornirà di un geco che tutti sanno essere ghiotto di insetti?".
  
Valeria Baglio e Ilaria Piccolo entrano nel merito della mancanze pentastellate: "Così promettevano a dicembre 2017 i pentastellati: 'Ad aprile 2018 sara' operativa la gara per il verde pubblico, da gennaio una gara ponte non fermera' i servizi di cura e sfalcio'. Dopo tante promesse a vuoto di questa maggioranza, con l'annuncio di 9 milioni di euro di fondi, oggi arrivano pecore e capre come soluzione per lo sfalcio dell'erba e l'Amministrazione è ferma al palo. Siamo al ridicolo".

Il consigliere capitolino M5S Pietro Calabrese su facebook non manca di sottolineare come l'ironia del Pd rappresenti "l'ennesimo boomerang di  ritorno sulle loro chiacchiere, con sopra le caprette che brucano l'erba dei parchi di Ferrara e Torino, per la stessa iniziativa,  rispettivamente nel 2016 e 2014, voluta da amministrazioni non a 5 stelle, ma del Pd". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Basta che le sorveglino, altrimenti le rubano e se le mangiano.

  • Agli scemi della Coldiretti dico come gestisci le pecore in parchi aperti. Se vanno in strada tra le macchine. E gli escrementi come si gestiscono? Io la faccio nel mio campo ma non è un parco pubblico con anziani e bambini...poi le zecche che portano?

  • Ma sanno questi grandi sapienti che gli escrementi di questi animali sul prato sono un po "fastidiosi", la loro gestione logistica in ambienti pubblici è complessa e non è che radano tutta l erba. poi li vedo questi grandi sapienti a rotolarsi sui prati pieni di escrementi.

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Elezioni, europee e amministrative in provincia di Roma: si vota fino alle 23. Tutti gli aggiornamenti

  • Sport

    "Che te ridi regazzì? So felice, ho la maglia della Roma": la commovente lettera di De Rossi

  • Cronaca

    Stuprata dal branco, il Questore di Roma revoca licenza al Factory Club

  • Cronaca

    Trigoria: abusi su baby calciatori, le molestie in auto fuori dal centro sportivo

I più letti della settimana

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

  • "Ti amo. Ti sto raggiungendo": fidanzata muore per tumore, lui si toglie la vita un mese dopo

Torna su
RomaToday è in caricamento