Atac, partite le lettere di licenziamento per gli assunti di 'Parentopoli'

L'azienda l'ha comunicato con una nota: "Decisione arrivata al termine dei doverosi approfondimenti tecnico-giuridici". L'assessore Meleo: "Dopo anni di opacità torna la legalità in Atac"

Sono partite le lettere di licenziamento nei confronti di alcuni dipendenti Atac assunti nell'ambito della cosiddetta 'Parentopoli'. La municipalizzata la fatto sapere con una nota: "Atac, nella giornata odierna, sta dando corso a quanto richiesto dal Tribunale di Roma che, nella sentenza pronunciata all'esito del processo cd. "Parentopoli", ha invitato l'azienda a "provvedere al ripristino della legalità...", comunicando ai dipendenti interessati la immediata cessazione del rapporto di lavoro per nullità".

La decisione, fa sapere Atac, "è arrivata al termine dei doverosi approfondimenti tecnico-giuridici sulle posizioni lavorative ancora presenti in azienda fra quelle dichiarate dal Tribunale "non solo illegittime ma anche illecite". La decisione era già stata annunciata lo scorso 21 marzo ed individuava 33 dipendenti. 

Sulla vicenda si è espressa anche l'assessore alla Mobilità, Linda Meleo: "Dopo anni di opacità torna la legalità in Atac. Con il licenziamento di chi è stato assunto in modo illegittimo e senza che fosse rispettato alcun criterio di merito, mettiamo fine alla stagione di Parentopoli. E questo è un ulteriore segnale della direzione in cui stiamo andando" ha fatto sapere in una nota. "Abbiamo voltato pagina da quel passato in cui dominavano logiche clientelari, illeciti e politiche che premiavano solo gli amici degli amici. Lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo ancora una volta oggi: non accetteremo nessun compromesso con l’illegalità". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • L'ha fatto sapere...non la fatto...

  • Avatar anonimo di Pa
    Pa

    Io penso che il ripristino della legalità in ATAC non si risolva solo licenziando 33 persone ma la sig.ra meleo dovrebbe addentrarsi di più perche dal 2009 di cose strane e il MOV 5 stelle dovrebbe esserne a conoscenza all'interno di ATAC ribadisco, tra promozioni ,ed altre assunzioni a go go senza controllo econ parametri alti per non parlare degli stipendi dei 105/110 dirigenti con premi di produzione, cioè ,la produzione del deficit e tutt'ora gli sono stati anche dati arretrati ne sono successe delle belle .quindi non è solo rifarsi il trucco sui 33 impiegati che si ristabilisce la legalità ma per esempio andare a vedere il lavoro dell'ex rettighieri che aveva iniziato e che apparentemente dava fastidio ai sindacati e dirigenti!!

Notizie di oggi

  • Sport

    Che amaReds! Salah è un marziano: Dzeko e Perotti tengono vivo il sogno della finale

  • Politica

    Atac, le opposizioni: "Ritirate il concordato". Meleo: "E' l'unica soluzione"

  • Cronaca

    Lo street artist Diavù dice basta al progetto Muro: "Io aggredito mentre dipingevo"

  • Politica

    Soldi ai rom per lasciare il River: dal rimpatrio al rimborso per chi li ospita, ecco come potranno spenderli

I più letti della settimana

  • Natale di Roma 2018: eventi, mostre e musei aperti per il 21 e 22 aprile

  • Ariccia: chiama l'amica e si getta dal ponte Monumentale, morta 29enne

  • Prende il sole nuda in spiaggia: denunciata una giovane

  • Tragedia nel parco: fa jogging e scopre corpo di donna carbonizzato a Tre Fontane

  • Mafie: 93 i clan nel Lazio, 11 solo a Tor Bella Monaca. Ecco le piazze di spaccio a Roma

  • Week end a Roma: gli eventi di sabato 21 e domenica 22 aprile

Torna su
RomaToday è in caricamento