Atac, partite le lettere di licenziamento per gli assunti di 'Parentopoli'

L'azienda l'ha comunicato con una nota: "Decisione arrivata al termine dei doverosi approfondimenti tecnico-giuridici". L'assessore Meleo: "Dopo anni di opacità torna la legalità in Atac"

Sono partite le lettere di licenziamento nei confronti di alcuni dipendenti Atac assunti nell'ambito della cosiddetta 'Parentopoli'. La municipalizzata la fatto sapere con una nota: "Atac, nella giornata odierna, sta dando corso a quanto richiesto dal Tribunale di Roma che, nella sentenza pronunciata all'esito del processo cd. "Parentopoli", ha invitato l'azienda a "provvedere al ripristino della legalità...", comunicando ai dipendenti interessati la immediata cessazione del rapporto di lavoro per nullità".

La decisione, fa sapere Atac, "è arrivata al termine dei doverosi approfondimenti tecnico-giuridici sulle posizioni lavorative ancora presenti in azienda fra quelle dichiarate dal Tribunale "non solo illegittime ma anche illecite". La decisione era già stata annunciata lo scorso 21 marzo ed individuava 33 dipendenti. 

Sulla vicenda si è espressa anche l'assessore alla Mobilità, Linda Meleo: "Dopo anni di opacità torna la legalità in Atac. Con il licenziamento di chi è stato assunto in modo illegittimo e senza che fosse rispettato alcun criterio di merito, mettiamo fine alla stagione di Parentopoli. E questo è un ulteriore segnale della direzione in cui stiamo andando" ha fatto sapere in una nota. "Abbiamo voltato pagina da quel passato in cui dominavano logiche clientelari, illeciti e politiche che premiavano solo gli amici degli amici. Lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo ancora una volta oggi: non accetteremo nessun compromesso con l’illegalità". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • L'ha fatto sapere...non la fatto...

  • Avatar anonimo di Pa
    Pa

    Io penso che il ripristino della legalità in ATAC non si risolva solo licenziando 33 persone ma la sig.ra meleo dovrebbe addentrarsi di più perche dal 2009 di cose strane e il MOV 5 stelle dovrebbe esserne a conoscenza all'interno di ATAC ribadisco, tra promozioni ,ed altre assunzioni a go go senza controllo econ parametri alti per non parlare degli stipendi dei 105/110 dirigenti con premi di produzione, cioè ,la produzione del deficit e tutt'ora gli sono stati anche dati arretrati ne sono successe delle belle .quindi non è solo rifarsi il trucco sui 33 impiegati che si ristabilisce la legalità ma per esempio andare a vedere il lavoro dell'ex rettighieri che aveva iniziato e che apparentemente dava fastidio ai sindacati e dirigenti!!

Notizie di oggi

  • Attualità

    VIDEO | Morire di tumore a soli 8 anni: la storia di Neja, piccola vittima della Valle Galeria

  • Politica

    Rom, dal censimento (già bocciato) ai campi romani voluti dalla Lega: tutte le fake news di Salvini 

  • Incidenti stradali

    È morta Martina Giannini, la 26enne investita da un pirata della strada sul lungotevere

  • Politica

    Bonafede: "Lanzalone? Scelto dalla Raggi". E il Pd lancia l'hashtag #malafede

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla Pontina: scooterista investito da tir, morto 60enne

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Mezza Maratona di Roma: 21 chilometri in notturna, sabato con strade chiuse e bus deviati

  • Ostia: Noemi Carrozza muore in incidente stradale, nuoto italiano sotto choc. Addio a stella del sincro

  • Immersione fatale per un noto chirurgo ortopedico: morto Fabio Lodispoto, operava alla Mater Dei

Torna su
RomaToday è in caricamento