Paolo Ferrara, il ritorno: la vicenda stadio è archiviata. "Pacetti resta capogrupo M5s. Punto su Ostia"

L'ormai ex capogruppo grillino a RomaToday: "Il Movimento 5 Stelle municipale e comunale punta forte sul mare di Roma"

Foto Ansa

Paolo Ferrara è tornato. In realtà non se n'è mai andato, ma formalmente era in stand by. La vicenda relativa allo stadio della Roma, le indagini a suo carico e l'autosospensione da capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio lo avevano relegato quasi i margini del progetto grillino. Lui, però, non ha mai mollato. La sua presenza, soprattutto nella sua roccaforte, quella del X Municipio, si è sempre sentita

Poi i video sui social, i post. Insomma Ferrara è vivo e ha sempre lottato. Fatto sta che oggi sul suo profilo Facebook, utilizzato come spesso accade, come mezzo primario degli annunci grillini, l'ex capogruppo del M5s nel X Municipio ha messo la parola fine sull'ombra lunga che aleggiava su di lui: "Oggi ho partecipato al Consiglio straordinario sullo Stadio della Roma a testa alta, felice, perché la mia posizione ormai da diverse settimane è stata definitivamente stralciata dall'inchiesta e quindi la Procura procederà alla richiesta di archiviazione

E' entusiasta, quasi in trance agonistica, tanto da scrivere di sè anche in terza persona: "Questo significa che non sono accusato di nulla, perché Paolo Ferrara ha operato sin dall'inizio di questa consiliatura sempre per il bene della città e dei cittadini romani".

Ferrara, a RomaToday, ha poi commentato: "Non è stato un bel periodo. Tuttavia ho avuto sempre il sostegno di tutti, sia della base del Movimento che della Sindaca. Non mi sono sentito solo. Noi siamo un gruppo unito, nonostante se ne dicano tante in giro. Ci rispettiamo e per questo mi ero autosospeso da capogruppo".

A questo punto "la domanda sorge spontanea", tornerà leader grillino in Campidoglio? "No, domani (venerdì 22 febbraio ndr), scriverò una lettera per ratificare e confermare la decisione di lasciare Giuliano Pacetti come capogruppo del Movimento 5 Stelle in aula, così potrò stare tra la gente e mi potrò dedicare di più al territorio". E alla sua roccaforte, aggiungiamo noi. 

Quella Ostia che Ferrara, ha sempre visto come volano per Roma. L'anno scorso, quando lo intervistammo per l'abbattimento dei chioschi abusivi, parlò di "anno zero per le spiagge", ora, invece, rilancia: "Bisogna cambiare passo. Il Movimento 5 Stelle municipale e comunale punta forte sul mare di Roma. Ma anche sull'entroterra. Il bilancio chiuso, positivamente, nel X Municipio ci disegna un quadro chiaro e stiamo guardando al prossimo futuro con positività", ha spiegato al nostro portale. 

Che Ferrara si giochi la faccia su Ostia è innegabile. Lo dimostra anche la sua pagina Facebook. Scorrendo sono molti, tanti, per qualcuno troppi, i video in cui documenta e si va vedere sul litorale. Solo di recente le sua apparizioni si sono decuplicate. La participazione, attiva, nella conferenza stampa di chiusura del bilancio municipale, i video sui chioschi abusivi, la presenza nei banchetti grillini per le strade del municipio del mare, i commenti sulle operazione realtive al verde pubblico. 

Raggi e Ferrara investono su Ostia: da Roma 6 milioni e mezzo di euro

Prossimo asso da calare sarà l'approvazione del Pua, il Piano di Utilizzo degli Arenili (PUA). "In Campidoglio daremo l'ok a breve, entro l'estate. Poi la palla passerà alla Regione. Ma siamo a buon punto e noi, sia a livello comunale che municipale, continueremo sempre a lavorare per migliorare la situazione delle spiagge". Con questo strumento l'amministrazione Raggi, più volte, ha annunciato che abbatterà il Lungomuro. I tempi, però, potrebbero essere lunghi. Per qualcuno anche troppo. 

Paolo Ferrara però, anche in questo caso, propone. E provoca. "Se qualche gestore degli stabilimenti di Ostia vuole rientrare sotto il concetto di legalità che auspichiamo, può abbattere autonomamente il Lungomuro che ricade nel proprio lido. Avrà da parte nostra le porte aperte". Che intende? Ci saranno agevolazioni? "Su questo ci lavoreremo, analizzeremo caso per caso. E comunque il Governo ha già concesso loro la proroga delle concessioni balneari senza gara per un periodo di 15 anni". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento