Referendum per Ostia comune autonomo, attesa per il via libera alla raccolta firme: la politica si divide

Andrea Bozzi capogruppo delle liste civiche autonomiste: "Porterò la proposta in consiglio"

La sede del municipio di Ostia

Dopo la presentazione alla Regione Lazio della legge di iniziativa popolare per indire un referendum che renda Ostia comune a sé stante, nel consiglio del X municipio c’è già chi è pronto per lavorare alla raccolta firme in sostegno. In prima fila c’è il consigliere Andrea Bozzi, capogruppo delle liste civiche autonomiste "Ora" e "Un Sogno Comune" del municipio del litorale romano, che in una nota ha fatto sapere: “Porterò in consiglio municipale anche la proposta referendaria del Comitato Ostia Comune. Bisogna aprire la discussione con tutte le forze politiche su un tema così importante e che non deve rischiare di diventare motivo di contrapposizioni territoriali, bensì di costruzione di nuovi scenari amministrativi che possano dare benefici a tutta la nostra comunità”, ha affermato. 

La proposta è stata avanzata giovedì scorso e, dopo il via libera del consiglio regionale, si potrà iniziare la raccolta delle dieci mila firme necessarie, che dovrà concludersi entro i sei mesi successivi. “Se dovesse andare in porto”, ha continuato il consigliere “sarà un passaggio storico di democrazia, perché ogni comunità ha diritto di esprimersi sulla propria volontà di autodeterminazione. Mi auguro però che la fase che si va ad aprire possa diventare soprattutto un momento di confronto con tutti i quartieri del nostro vasto Municipio. È invece necessario il confronto per far comprendere a tutti i cittadini quali sarebbero in questo caso gli eventuali vantaggi sia per chi potrebbe far parte di un nuovo comune autonomo con vista mare, sia per chi diventerebbe un Municipio più piccolo e certamente, a quel punto, più funzionale alle esigenze di Acilia, Casal Bernocchi, Dragona e di tutti i quartieri dell'entroterra”. 

Favorevole alla raccolta firme anche il consigliere del M5s in Campidoglio, Paolo Ferrara: “Raccogliere le firme è sempre una buona cosa, siamo tutti per la partecipazione”, ha dichiarato all’agenzia Dire. “È comunque una operazione monca che lascia 150mila persone dell'entroterra isolate. Non credo la prenderanno bene. Non è un segreto che la gente del Movimento 5 Stelle del litorale romano - specialmente in questi ultimi tempi - stia guardando con interesse a varie possibilità. Specialmente se non arriveranno alcune importanti risposte dal Campidoglio”.

Il capogruppo di Forza Italia in Campidoglio, Davide Bordoni, ha puntato il dito contro l’amminstrazione: “Questa è la reazione a tre anni di amministrazione Raggi che ha completamente ignorato il mare di Roma e il X Municipio", ha affermato all’agenzia Dire. Il consigliere capitolino del Pd, Giovanni Zannola, ha invece spiegato: “Credo ci sia la profonda necessità di un reale disegno di decentramento amministrativo che possa consentire la trasformazione dei municipi in comuni metropolitani. Naturalmente X Municipio compreso. È una battaglia questa che stiamo portando avanti da tempo, insieme al Partito democratico, a tantissime associazioni, comitati e cittadini. Mi convince meno questo utilizzo della delusione degli abitanti del litorale, e quel naturale orgoglio territoriale, qui ad Ostia maggiormente rilevante, per raccontare che separare una frazione del X Municipio da Roma Capitale sarebbe la soluzione ai mali della citta'". 

Questa invece la posizione di Marco Possanzini, segretario di Sinistra Italiana nel X Municipio: “Non c'è alcun dubbio sulla necessità di superare l'attuale schema amministrativo di Roma Capitale, ma da qui ad affermare che la soluzione di tutti i mali è l'indipendentismo, la parcellizzazione del territorio, ce ne passa eccome. Separare un pezzo di Municipio X, Ostia appunto, da Roma, è una idea pericolosa che stimola i 'soliti' appetiti dei potentati locali e che penalizza enormemente i residenti dell'entroterra i quali si ritroverebbero in un sol colpo ad essere periferia della periferia”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Ora solare 2019: ecco quando spostare le lancette

Torna su
RomaToday è in caricamento