Policlinico Umberto I, lavoratori in allarme per i tagli al servizio mensa

La denuncia viene dall'ex consigliere regionale del Prc Ivano Peduzzi: "Con il bando di gara della Polverini i lavoratori rischiano di essere dimezzati"

Lavoratori della mensa sul piede di guerra al Policlinico Umberto I. "I 104 dipendenti impiegati su tre turni per distribuire 1300 pasti ogni giorno, rischiano di rimanere in poco più della metà". A sollevare l'attenzione sul caso sollecitando un incontro sul tema tra i delegati rsu e Cgil Filcams e la Regione, la segreteria del Prc Lazio: “Alla fine della legislatura Polverini è stata indetta una gara d'appalto per riassegnare il servizio mensa in scadenza” spiega Ivano Peduzzi, ex consigliere regionale del Prc.

“Un bando di gara al ribasso che ammontava a circa la metà di quello precedente”. L'allarme è puntato non solo sulla difesa dei posti di lavoro ma anche sulla qualità del servizio. “Chiediamo un’assunzione di responsabilità dell’attuale amministrazione regionale, per mantenere i livelli occupazionali e la qualità delle prestazioni” affermano Loredana Fraleone, segretaria regionale Prc Lazio, e Ivano Peduzzi, ex consigliere regionale.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

Torna su
RomaToday è in caricamento