Autovelox a Roma: nel 2018 multe per 80mila euro. Il record sulla Colombo

Seguono la via del Mare con più di 11mila sanzioni e viale Marco Polo con circa 10mila. L'assessora Meleo: "Arriveranno sette nuovi autovelox di ultimissima generazione"

Foto pagina facebook Linda Meleo

Ottantamila euro di multe con il record sulla Colombo. Sono i numeri delle sanzioni comminate mediante l'utilizzo degli autovelox dagli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale nel 2018. A rendere pubblici i numeri sulla propria pagina facebook istituzione Linda Meleo, assessora alla Mobilità Sostenibile del Comune di Roma.

"Sicurezza stradale e rispetto delle regole: gli autovelox servono a questo e nel 2018 hanno registrato circa 80mila sanzioni per eccesso di velocità - scrive l'assessora della Giunta Raggi -. Questo vuol dire maggior controllo delle arterie più trafficate di Roma, risorse da investire per la manutenzione delle nostre strade e interventi dedicati alla sicurezza".

Il record delle multe emesse dalla Polizia Locale riguarda le strade a maggiore scorrimento come via Cristoforo Colombo, dove i dispositivi hanno fotografato circa 13mila violazioni del limite consentito. Seguono la via del Mare con più di 11mila sanzioni e viale Marco Polo con circa 10mila.

"Nostro obiettivo è aumentare i controlli - conclude Meleo - per questo a breve arriveranno sette nuovi autovelox di ultimissima generazione. Parliamo di strumentazioni in grado di offrire una visuale più ampia sulla carreggiata, in particolare sulle strade a doppia corsia. Un altro strumento per garantire la sicurezza di tutti".

Secondo il capogruppo di Forza Italia all'Assemble Capitolina Davide Bordoni l'amministrazione dovrebbe però occuparsi di altro: "#Bastabuche, il Comune di Roma rastrella ogni anno dagli automobilisti qualcosa come 9 milioni di euro di sole multe piazzando autovelox a ogni pie' sospinto tappezzando la Capitale con una punta di criticita' tra la Cristoforo Colombo e la Via del Mare dove peraltro e' facile prendere multe in quanto i limiti di velocita' sono a 50 Km. h. In sostanza una sorta di pedaggio per gli abitanti del litorale per accedere in Citta'. Il fatto grave non e' pero' nelle multe in se' stesse che e' giusto che ci siano ove violate le norme del codice della strada quanto nel fatto che con i soldi incassati non vengano investiti per mettere in sicuro le strade con buche e voragini che ogni giorno pongono a rischio l'incolumita' dei cittadini"

Critico anche il consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi: "Apprendiamo dalla stampa che nel 2018 sarebbero circa 80mila le sanzioni agli automobilisti capitolini per eccesso di velocità. Per un incasso complessivo a favore delle casse del Campidoglio che sfiora i 9 milioni di euro. Numeri importanti che farebbero presagire un ritorno in termini di investimento e manutenzione per le strade di Roma. Che, invece, continuano ad apparire disastrate, piene di buche e avallamenti. Siamo di fronte alla totale assenza di programmazione infrastrutturale da parte di Raggi e compagni che, in due anni e mezzo di mandato amministrativo, hanno sempre preferito interventi spot, palliativi e rattoppi che non hanno risolto le criticità viarie della Capitale d’Italia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento