Municipio IV, Della Casa in aula prima della sfiducia: "Sono stata scelta con l’inganno, qui per caso"

Roberta Della Casa in aula, con la sua giunta, per l'ultimo discorso da presidente del municipio sfiduciato dalla sua maggioranza

Frame video diretta fb - Roberta Della Casa Presidente IV Municipio

All’interno del gruppo sono stata scelta con l’inganno ma l’ho capito dopo, ho capito che la mia disponibilità sarebbe stata scomoda. Suggerivo al portavoce uscente di candidarsi come presidente perché non ero pronta ma qualcuno ha pensato di tentare il colpaccio. Mi trovo qui per caso”. Sono state queste le prime parole di Roberta Della Casa, presidente sfiduciata dal suo gruppo di maggioranza, durante il consiglio di mercoledì 13 maggio. 

Nel suo intervento dall’aula municipale insieme alla giunta, Della Casa ha ripercorso gli anni del mandato iniziato nel 2016, esaltando il lavoro dell’amministrazione e raccontando numeri e date citando, tra gli altri, lo sgombero all’ex fabbrica di penicillina di via Tiburtina, la ripresa dei cantieri dello SDO, l’apertura della corsia centrale di via Tiburtina e di villa Farinacci o ancora il ripristino dell’illuminazione al parco Baden Powell di Colli Aniene (per ricordarne alcuni).

Della Casa ha definito la mozione “un atto scellerato di scarsa lungimiranza umana e politica” che i quindici consiglieri “hanno presentato di nascosto”. La minisindaca ha commentato anche l’appellativo che più volte le è stato accostato in questi anni “incapace” difendendosi: “Incapace sì di sottostare ai giochi di palazzo”. Della Casa, che in questi giorni aveva dichiarato di essere troppo coinvolta per avviare una trattiva e che alcuni consiglieri “stavano dialogando” con alcuni assessori ha detto: “Si è cercato di ricucire lo strappo ma ogni giorno le proposte cambiavano”: dal ritiro della delibera sugli eventi a villa Farinacci, all’azzeramento della giunta e alle scuse pubbliche. Non sono mancati i ringraziamenti ad alcuni consiglieri di opposizione, tra cui Ottaviano e Scerbo Polverato (Fdi), Trabucco (LM), Santoro (Lega), Sciascia (PD). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberta Della Casa esordisce nel suo ultimo discorso con lo stesso stile che ha manifestato fin dalle prime apparizioni in pubblico: è colpa della stampa (come nel 2016 salvo poi ritrattare). La presidente cita Roma Today e fa riferimento ad un articolo in cui lei stessa dichiara: “La facoltà che ha il consiglio è quella di sfiduciarmi, se lo ritengono opportuno possono procedere assumendosene le responsabilità ma su altro il consiglio non può incidere”. Lo fa dicendo che la giornalista non ha riportato la domanda, che i giornali fanno i titoli per marketing specificando “Ormai li conosciamo bene, e spesso li abbiamo anche combattuti”. Per questo articolo, pubblicato lo scorso 22 aprile, ad oggi, non è stata chiesta nessuna rettifica, nessuna replica, niente di niente: per dovere di cronaca e per amore della verità, chi scrive ha ricevuto un messaggio di risposta su whastapp dalla presidente a seguito della pubblicazione dell’articolo con scritto “Grazie”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento